Disinstalla subito queste App: svuotano il conto corrente in un attimo, fa’ attenzione

Quali sono le applicazioni che ti prosciugano il conto corrente derubandoti di tutto senza che tu te ne accorga, i nomi. Cancellale immediatamente.

Rappresentazione di un hacker
Rappresentazione di un hacker (Foto Freepik)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Il conto corrente di molti di noi rischia di finire nelle grinfie dei soliti ignoti malintenzionati, che le inventano tutte pur di derubarci. Una grande attenzione va fatta in merito a cosa si installa sui propri smartphone e computer. Infatti i pericoli principali arrivano spesso e volentieri da lì.

Non di rado capita di dovere collegare gli estremi di una carta di credito di proprietà per potere avere accesso a dei contenuti specifici. Ma anche se non fosse, il conto corrente collegato rischia di subire degli attacchi senza che noi ce ne accorgiamo. Gli esperti in ambito di sicurezza sul web hanno individuato una serie di applicazioni molto pericolose in tal senso.

Ci sono nomi precisi e specifici di queste app, presenti sugli store principali che contrassegnano il proprio dispositivo. Oppure che possono essere trovate molto facilmente anche su store alternativi, spesse volte consultati perché convinti di potere aggirare le spese di acquisto. Con il risultato però di consegnare praticamente ai cyber criminali il nostro conto corrente.

Conto corrente, le app che lo minacciano: disinstallale subito

Un pirata informatico nella sua rappresentazione tipica
Un pirata informatico nella sua rappresentazione tipica (Foto Freepik)

La più pericolosa in assoluto è SharkBot, un trojan che infetta con enorme facilità gli smartphone sui quali finisce mediante diverse applicazioni che all’apparenza sembrano innocue. Quelle che più sono utilizzate dai maledetti pirati informatici per veicolare SharkBot ed altre app dannose sono i software di editing di foto o di trading e simili.

Tutti specchietti per le allodole che hanno però il compito preciso di infettare quanti più dispositivi possibili con questi malware e simili, assai difficile da bloccare. SharkBot in particolare riesce a rubare le credenziali dell’utente colpito, a spiarlo ed a controllare in blocco lo smartphone con su installato il sistema operativo Android.

Il trojan SharkBot era stato individuato dalla Threat Intelligence NCC Group, una agenzia attiva in ambito di sicurezza cibernetica. Si diffonde mediante queste app in particolare, presenti sul Play Store di Google per Android:

  • Mister Phone Cleaner;
  • Kylhavy Mobile Security;

Per cui, se avete queste due applicazioni installate, cancellatele immediatamente e magari fate un reset delle impostazioni di fabbrica del vostro dispositivo, cambiando anche tutte le vostre password.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.