Basta gettare via il cibo scaduto: ti svelo un segreto che ti aiuterà a non sprecare più nulla

In che modo possiamo evitare di ritrovarci con del cibo scaduto. Bisogna fare così per evitare qualsiasi odioso spreco.

Del cibo in spazzatura
Del cibo in spazzatura (Foto Freepik)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Il cibo scaduto è l’incarnazione del male, inteso come vero e proprio peccato. Scoprire di avere del cibo scaduto nel frigorifero oppure all’interno della credenza o della dispensa è ciò che di peggio potrebbe accadere nelle nostre cucine. Lo spreco alimentare è una piaga che va combattuta ed arginata il più possibile.

Basti pensare che, in molti supermercati, viene buttato via persino il cibo buono, alla minima presenza di difetti sulle confezioni. Anziché darlo via in beneficenza e fare del bene, si preferisce una soluzione più sbrigativa e che comporta zero burocrazia. Nel caso del cibo scaduto siamo noi invece i colpevoli.

Perché vorrà dire che non siamo stati abbastanza attenti. Esiste comunque qualcosa che possiamo fare per non dimenticare di avere comprato alimenti che poi finiscono con l’andare a male e di scoprire così di avere del cibo scaduto nelle nostre cucine. Cosa che può avvenire specialmente quando acquistiamo qualcosa che non viene consumato spesso.

Cibo scaduto, i trucchi per evitare gli sprechi alimentari

Etichette per evitare che il cibo vada a male
Etichette per evitare che il cibo vada a male (Foto Freepik)

Per esempio dello sciroppo d’acero: lo compriamo e lo portiamo a casa perché curiosi di provarlo. E magari non lo apriamo neppure, lasciandolo lì nei meandri e nelle retrovie della credenza per mesi e mesi, magari pure per anni. Allo scopo di fare si che tutto questo non succeda dovremo allora prendere delle adeguate contromisure.

E cosa c’è di meglio del prendere nota degli acquisti fatti per non perdere traccia di questo o di quel prodotto alimentare? Creare ed aggiornare man mano una sorta di inventario degli alimenti in cucina è il modo migliore per evitare degli sprechi di cibo. Inoltre ci sono diversi altri accorgimenti.

Tra questi ad esempio quello di spostare in avanti nei mobili e nel frigo i prodotti che recano la data di scadenza più prossima dal punto di vista temporale. E tenere de post-it su cui segnare le date di scadenza di tutto ciò che è presente dove consumiamo il cibo. Così facendo sapremo anche quali sono quelli freschi e che andrebbero mangiati il prima possibile. Possiamo anche sistemare il cibo in dei contenitori idonei ed applicare delle etichette con su annotate tutte le informazioni utili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.