Mai fare la spesa in questi momenti della giornata se vuoi risparmiare: prova e vedrai

Se hai bisogno di risparmiare per affrontare gli ingenti costi dei prossimi mesi o semplicemente vuoi ridurre il costo della spesa, allora non la devi mai fare in questi momenti.

fare spesa
Quando non fare la spesa (Adobe Stock)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Sembra strano pensare che un determinato momento della giornata possa influire sul costo finale riportato sullo scontrino della spesa. E invece non lo è poi così tanto se vengono valutati alcuni aspetti.

Uno studio lo ha fatto, andando a individuare quali sono le varianti che ci spingono a comprare un certo prodotto piuttosto che un altro. I risultati sono sorprendenti e dopo che li avrai letti sono sicura che non andrai mai più a fare la spesa in questi momenti.

Perché non bisogna mai fare la spesa in questi momenti?

spesa con carrello
Persona che fa la spesa con il carrello (Adobe Stock)

La nostra mente ha un potere davvero sensazionale sul corpo. Quante volte ad esempio è stata la causa dei nostri mali provocandoci disturbi psicosomatici? Ma non è tutto, perché la mente è anche in grado di influire sulle nostre azioni. Si parte  dalla scelta di che cosa comprare fino a decisioni più importanti. Però fare la spesa implica un costo e se questo è influenzato dalla nostra mente meglio cercare di controllarla giusto? Ma come fare quando si è al supermercato?

La risposta è molto semplice: se vuoi risparmiare ed evitare di comprare cibo spazzatura, non devi mai fare la spesa quando hai fame. Uno studio del 2013 condotto negli Stati Uniti ha infatti dimostrato che la tendenza a comprare alimenti calorici è maggiore quando si ha fame, con risultati confermati sia in laboratorio che al supermercato. La ricerca, riportata in questo articolo su JAMA Internal Medicine e realizzata da un team di ricercatori della Cornell University di Ithaca, è stata realizzata nel seguente modo. Gli studiosi hanno chiesto a 68 persone divise in due gruppi di rimanere a digiuno per cinque ore. Ma solo a un gruppo di persone sono stati somministrati dei cracker prima dell’inizio della prova.

Successivamente, tutte le persone sono entrate in una sorta di “supermercato virtuale” per fare la spesa e comprare ciò che volevano. Entrambi i gruppi hanno scelto degli alimenti a basso contenuto calorico, però solo quelli a cui non sono stati offerti i cracker ne hanno scelti altri sei ad alto tasso calorico.

Per escludere che l’ambiente virtuale abbia in qualche modo influito sulle decisioni dei soggetti, Brian Wansink, che ha guidato la ricerca, si è recato in un supermercato qualsiasi intervistando 82 persone in differenti orari. A loro ha chiesto di mostrare ciò che avevano acquistato. Facendo poi un confronto tra i prodotti calorici e quelli a basso contenuto calorico, gli studiosi hanno visto una minore presenza di prodotti calorici dopo il pranzo e fino alle 16. Dopo quest’ora e fino alle 19 questi prodotti tendevano invece ad aumentare.

Insomma, se abbiamo fame il nostro corpo invierà degli stimoli al cervello, che a sua volta ci spingerà ad andare a caccia di qualsiasi cosa in grado di saziarci. Per questo motivo gli autori dello studio hanno concluso l’indagine con il consiglio di interrompere il digiuno a metà mattina e pomeriggio con uno spuntino sano. In questo modo eviteremo di riversare la nostra fame sugli scaffali del supermercato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.