Se hai un dente 🦷 che si muove dovresti preoccuparti? In quali casi serve il dentista

La presenza di un dente che si muove in bocca a quali conseguenze può portare e quali sono le sue cause? Ma soprattutto, che cosa dovremmo immediatamente fare?

Una donna con problemi ai denti
Una donna con problemi ai denti (Foto Canva)

Un dente che si muove è sintomo di qualcosa di preoccupante? Oppure possiamo starcene tranquillamente senza fare niente ed aspettare la sua caduta? Questa cosa non avviene molto di frequente nell’arco della vita di una persona. Succede da bambini, per fattori naturali, e poi normalmente da anziani, una volta raggiunta la terza età, ma non sempre.

Va però detto  che un dente che si muove e che molto probabilmente finirà con il cadere a breve può essere anche il sintomo di un aspetto preoccupante. Per esempio succede questo nel caso della parodontite. Si tratta di una condizione fisica negativa che colpisce la gengive. Ed è una infiammazione in prima regola.

Con la parodontite c’è un dente che si muove (o più di uno) ed avviene in caso di scarsa igiene orale, soprattutto. Avviene un attacco da parte dei batteri che indebolisce il dente stesso fino a causarne la caduta. A quel punto cosa occorre fare?

Dente che si muove, va tolto? I rimedi possibili

Ragazza con denti che dolgono
Ragazza con denti che dolgono (Foto Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Inutile dirlo che servirebbe un immediato consulto da parte di uno specialista in odontoiatria. La soluzione più consigliata in situazioni come questa consiste nell’effettuare un intervento parodontale, con la pulizia dell’alloggiamento dei denti colpiti. In questo modo l’infezione che è in atto viene del tutto rimossa.

Poi però ci sono situazioni di denti che si muovono ma che non sono così gravi, come nei casi di ortodonzia e di bruxismo. In quest’ultimo contesto una persona è portata a digrignare i denti, sottoponendoli ad uno sforzo che, se continuato nel tempo, porta ad una più accentuata mobilità dentale.

Il consiglio in circostanze del genere è quello di applicare un bite durante le ore di sonno notturno. La stessa cosa – mobilità dentale – può avvenire con un cattivo allineamento dentale, per il quale spesse volte bisogna fare ricorso ad un apparecchio correttivo.

Ad ogni modo, se notate di avere uno o più denti traballanti in bocca, dovreste poi fissare il prima possibile un appuntamento con il vostro dentista di fiducia, allo scopo di farvi visitare e di capire quale sia il problema alla base di tutto ciò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.