Le tue piante saranno al sicuro dal vento grazie a questo stratagemma furbissimo

Come mettere le proprie piante al sicuro dal vento? Con questo stratagemma ingegnoso non si avranno più problemi, ecco qual è.

riparare le piante dal vento
Vento (Canva)

I venti forti e le tempeste possono causare danni fisici alle piante. Chi è solito prendersi cura del proprio giardino e delle proprie piante, prima o poi deve fare i conti con questa calamità naturale, e vedersi volare via vasi e piantine non è affatto piacevole. Queste infatti tendono a piegarsi quando il vento tira forte.

Oltre al fatto che può rovinare piante e alberi, passata la bufera è molto ostico riportare tutto all’ordine. Come fare quindi? Esistono molti metodi per riparare le piante dal vento incombente, e alcune soluzioni sono più idonee rispetto ad altre a seconda del tipo di pianta. Di seguito ecco i consigli per riparare le piante.

Come tenere le piante al sicuro dal vento con questo trucchetto

riparare piante dal vento
Serra (Canva)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Per proteggere le piante dal vento ci sono vari trucchetti da poter attuare. Innanzitutto si può pensare di disporre una siepe intorno all’orto per proteggere il proprio orto dai venti freddi invernali. Le tipologie più efficaci sono i tamerici, le tuie, i rosmarini e i cipressi. La siepe non deve essere troppo alta o troppo vicina alle piante da proteggere. Questo perché, nel primo caso potrebbe fare troppa ombra, nel secondo invece potrebbe danneggiare le piante o l’orto.

Un altro metodo è il canneto. È ideale per orti isolati ed esposti maggiormente al vento, può essere fatto con canne di bambù. Anche in questo caso meglio non disporlo troppo vicino alle piante e non deve essere troppo alto. Un trucchetto ingegnoso è il frangivento. Quest’ultimo è la soluzione più ottima se si possiede un orto sul balcone o in terrazzo. L’ultimo trucchetto utile per proteggere le proprie piante dalle intemperie è quella di disporre una rete rampicante, di certo la soluzione più semplice anche se precaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.