Bonus INPS di 550 euro: requisiti e richiesta, tutto quello che c’è da sapere

In che cosa consiste il Bonus INPS 550 euro, a chi spetta e come inoltrare domanda online ed in altri modi. Ci sono posti limitati per poterlo avere.

Una persona conta dei soldi
Una persona conta dei soldi (Foto Canva)

Bonus INPS 550 euro, di che cosa si tratta? Da quanto si apprende si tratta di una misura destinata a dare grande supporto ai lavoratori di aziende attive nel settore privato. Ci sarà la necessità però di rispettare alcuni paletti ben specifici allo scopo di potere essere ritenuti idonei.

Per esempio questo Bonus INPS 550 euro richiede di avere un contratto di lavoro che sia a tempo parziale ciclico verticale per il 2021. La cifra prevista che verrà erogata a tutti i lavoratori che risulteranno effettivamente beneficiari è ben specificata, e si tratta per l’appunto di 550 euro.

Questa tipologia di contratto prevede l’impiego solamente per uno specifico periodo, limitato a giorni, settimane o mesi prestabiliti. Il numero minimo richiesto per la fruizione del Bonus INPS 550 euro è di sette settimane, contro le precedenti venti. Questo fa si che aumenti il numero di aventi diritto. Ma c’è dell’altro.

Bonus INPS 550 euro 2022, a chi spetta e come fare domanda online

Banconote in euro arrotolate
Banconote in euro arrotolate (Foto Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Oltre a questo, non deve essere attivo nessun altro rapporto lavorativo né sono ammessi dei sussidi derivanti da trattamenti pensionistici o Naspi in corso. C’è un fondo appositamente stanziato di 30 milioni di euro, che rende limitato il numero dei potenziali fruitori a 55mila persone. Una volta esaurita la cifra prestabilita, non sarà più possibile ottenere alcun beneficio.

Come fare per inoltrare richiesta? Bisogna rivolgersi all’INPS o sul suo sito web ufficiale (con accesso via SPID, carta di identità elettronica o carta nazionale dei servizi, n.d.r.) oppure tramite lo sportello del centro presente nella propria area di residenza. In alternativa è anche possibile chiamare il call center dell’INPS, con i numeri facilmente reperibili sul web, o richiedere il supporto di un patronato CAF.

Il tutto è possibile già ora e sul sito occorre selezionare la dicitura “Indennità una tantum per i lavoratori a tempo parziale ciclico verticale” seguendo il percorso Home page – Prestazioni e servizi – Servizi – Punto di accesso alle prestazioni non pensionistiche”. Questo bonus è cumulabile all’assegno ordinario di invalidità ed è ottenibile solamente per una volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.