Aumenteranno gli stipendi? I piani del Governo non sono più così chiari: cosa è successo

Una domanda lecita e molto gettonata fatta al nuovo governo è quella se aumenteranno mai gli stipendi. I piani infatti non sono più così chiari ed ecco cosa è successo.

Aumento stipendi
Aumento stipendi (Canva)

Per il primo decreto economico del nuovo governo Meloni c’è ancora da aspettare. Bollette, stipendi e bonus dovevano essere la priorità. Tuttavia ha dato l’unico provvedimento approvato fino ad oggi riguarda le norme anti-rave e il reintegro del personale sanitario non vaccinato. Il vicepresidente del Consiglio, Antonio Tajani, conferma che il decreto bollette è la priorità e che è stato rimandato di una settimana.

In questo momento Giorgia Meloni si trova per la prima volta a Bruxelles in veste del Presidente del Consiglio e la questione caro bollette si fa sempre più poco chiara. L’unica cosa certa, sono le misure di proroga messe in atto dal governo Draghi e le misure che entreranno nel decreto e nella legge di Bilancio sono ancora da capire.

Governo Meloni e piani incerti: aumenteranno gli stipendi?

governo stpendi
Stipendio (Canva)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Il precedente governo Draghi ha lasciano in eredità al nuovo governo Meloni un tesoretto da 10 miliardi di euro, a cui vanno aggiunti 5 miliari provenienti dal Pil. Le risorse a disposizione per poter attuare il decreto bollette quindi, potrebbero essere più alte del previsto. Non solo rincari e bollette, sono anche altre le preoccupazioni che hanno colpito il governo attuale, ovvero flat tax, pensioni, bonus e stipendi. Nel primo decreto economico sicuramente non ci saranno interventi di natura fiscale, quindi per il momento la flat tax no, e pensioni.

Per stipendi e bonus, invece, va fatto un discorso a parte. Giorgia Meloni ha affermato chiaramente che non vuole perseguire la politica dei bonus, andando a smentire alcune affermazioni fatte da alcuni esponenti di Fratelli d’Italia in campagna elettorale. Con non saranno presenti bonus, non ci sarà nessun intervento sul cuneo fiscale, che non solo non sarà contenuto nel decreto economia ma non apparirà neanche sulla legge di bilancio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.