Aria in casa: attenzione a questo aspetto o starai davvero molto male

In casa respirate aria buona? Ci sono alcuni aspetti da non sottovalutare e accortezze da mettere in pratica  per evitare di stare male.

Come migliorare in casa l'aria
Cucina salotto (Download da Adobe Stock)

In vista dell’inverno le temperature continuano ad abbassarsi e fare i conti con freddo e umidità è praticamente inevitabile. Almeno all’interno dell’abitazione è importantissimo ricorrere ai giusti metodi per riscaldare l’ambiente e allontanare l’umidità.

Per il riscaldamento moltissime persone utilizzano biomasse e legna, bisogna però fare molta attenzione perché possono produrre delle inquinanti sostanze che di certo non fanno bene alla salute. L’inquinamento che si respira all’estero può entrare anche in casa, infatti risulta essere molto utile far cambiare l’aria che si respira all’interno dell’abitazione. I momenti migliori per farlo sono la mattina presto e la sera poiché si registra nelle città un abbassamento dell’inquinamento atmosferico.

Camini, termosifoni, stufe e altri simili rimedi sono indispensabili durante l’inverno per riscaldare l’appartamento e renderlo più accogliente e confortevole. Sono tutti metodi efficaci per riscaldare l’aria, però la rendono anche più secca. Per evitare che ciò accada è infatti importante introdurre in casa la giusta umidità dall’esterno. Nei successivi paragrafi vi sveliamo alcuni utili ed importanti consigli per evitare di stare male in casa durante la stagione invernale.

Ecco come introdurre la giusta umidità in casa durante l’inverno per non stare male

Potos e Giglio della pace per migliorare aria in casa
Potos e Giglio della pace (Collage foto da Adobe Stock)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI SONO: 

Sono doversi in modi in cui l’umidità può essere introdotta in casa, anche attraverso alcune specifiche piante, alcune infatti sono davvero utili quando i termosifoni sono accesi. Queste oltre ad abbellire l’abitazione svolgono quindi un’importante funzione migliorando l’aria che si respira all’interno dell’appartamento. Però, non dovrebbero mai essere posizionate in camera da letto perché durante la notte immettono anidride carbonica e rendono la respirazione più difficile.

Alcuni composti prodotti a causa della combustione rendono l’aria irrespirabile, le sostanze prodotte da alcuni combustibile infatti possono rivelarsi davvero dannose per la salute. Molte di queste provengono dalla fiamma del gas, dal pellet, dalla legna del camino e altro ancora. Quando ad esempio il camino è acceso, i composti che si sviluppano si introducono nell’aria, in alcuni casi per via di una difettosa combustione si crea anche del fumo che rende l’aria poco respirabile.

Segui i nostri video e le nostre storie su Instagram

Per eliminare queste sostanze si può utilmente ricorrere a due piante, il pothos e il giglio della pace, entrambe in grado di assorbire dall’aria chetoni e aldeidi. Queste insieme al ricircolo dell’aria migliorano in modo considerevole l’aria che si respira all’interno dell’appartamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.