Mai più puzza di fumo in casa grazie a questa pianta che purifica l’aria

Pianta che purifica l’aria, ne stai cercando una? Allora sappi che ne esistono ben tre, facili da curare e che potrai trovare ovunque.

Due piante di beaucarnea
Due piante di beaucarnea (Foto Canva)

C’è una pianta che purifica l’aria e che comporta non pochi vantaggi, nel caso in cui dovessimo decidere di sistemarla in salotto. Ma questa sua proprietà fa si che potremo anche sistemarla in bagno, per fare si che l’atmosfera di quella particolare zona della casa possa alleggerirsi.

Qual è questa pianta che purifica l’aria? In realtà non ne esiste solo una ma ce ne sono diverse, capaci di creare un riciclo di quel che respiriamo grazie al processo della fotosintesi clorofilliana. I vegetali, tanto in natura quanto in vaso, assorbono l’anidride carbonica per emettere ossigeno di giorno. E compiono poi il processo inverno di notte.

Una pianta che purifica l’aria è la beaucarnea, che è nota pure con il nome di “pianta mangiafumo”. Il nome dice tutto, con questo vegetale che riesce ad eliminare entro poco tempo la puzza di fumo. Inoltre ha anche la particolarità di riuscire con maggiori probabilità rispetto ad altre piante a sopravvivere a degli incendi.

Pianta che purifica l’aria, quali sono le più efficaci per casa

Tre piante di lingua di suocera ed un Ficus Benjamin
Tre piante di lingua di suocera ed un Ficus Benjamin (Foto Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

La crescita della beaucarnea è molto lenta, però l’estensione della stessa può raggiungere anche una lunghezza dei due metri. Ed è composta da un tronco di piccole dimensioni, dalla forma di “pera”, con il grossissimo dello spazio che viene invece occupato dalle sue foglie strette e lunghe. Se volessimo tenerla in casa dovremmo fare attenzione alle correnti di aria fredda.

Un’altra pianta è la sansevieria, chiamata anche “lingua di suocera” per via del suo aspetto “tagliente”. La conformazione particolare in questione riguarda le sue foglie. Questa particolare piantina grassa è in grado anche di assorbire l’umidità, oltre che i cattivi odori. Va solo innaffiata una volta ogni tanto, evitando di fare asciugare il suo terreno. Per il resto la sansevieria necessita anche di non tanta luce.

Segui i nostri video e le nostre storie su Instagram

E per finire ecco il ficus benjamin. Sia quest’ultimo che le altre due sono molto diffusi. Il ficus è caratterizzato da un tronco lungo, che fa si che lo stesso raggiunga anche i due metri e più di altezza. Le sue foglie sono ampie, grandi e riescono a compiere un filtraggio dell’aria. C’è chi tiene uno o due ficus in stanze che vengono sottoposte a tinteggiatura, proprio per via del fatto che in questo modo la puzza viene assorbita entro poco tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.