Non gettare mai i semi della melagrana perché possono servirti a creare qualcosa di fantastico

La melagrana è un frutto che in questa stagione spopola, per questo ti ritroverai a scartare tanti semi, ma non buttarli perché ciò che ci puoi fare è davvero impressionante!

melagrana aperta
Melagrana aperta con i semi (Canva)

La melagrana è il frutto della Punica granatum, meglio nota come Melograno, appartenente alla famiglia delle Lythraceae. Originaria della Persia, ora viene coltivata anche in altri Paesi quali l’Iran, l’India, il Caucaso e l’area mediterranea. È dunque presente anche nel nostro Paese a partire da ottobre, quando comincia a maturare.

Dunque frutto tipicamente autunnale, la melagrana è una ricca fonte di proprietà, dato che protegge la salute dell’intestino aiutando la digestione, favorisce anche la perdita di peso, un miglioramento delle difese immunitarie, il controllo del colesterolo e tanto altro. Fare una buona scorta di melagrana in questo periodo può essere quindi solo un vantaggio. E se anche tu ne sei ghiotto ma tutti i semi che trovi finisci per buttarli, dalla prossima volta non farlo perché guarda a cosa ti possono servire!

I semi della melagrana sono preziosissimi: ecco perché non devi buttarli

semi melagrana
Semi di melagrana in una mano (Canva)

DAI UN’OCCHIATA A QUESTO CONTENUTO —> Occhio alla muffa sulle piante: ti svelo come rimediare in poche mosse

La melagrana è un frutto davvero particolare perché contiene moltissimi semi, grandi circa 3 mm e circondati da una polpa che ne conferisce il suo gusto acidulo. Dunque, a differenza degli altri frutti, la melagrana è ricoperta quasi interamente da semi, ma che farne dopo aver spremuto tutto il succo che presentano al loro esterno?

Segui i nostri video e le nostre storie su Instagram e TikTok

DAI UN’OCCHIATA A QUESTO CONTENUTO —> Rosmarino infinito e sempre fresco grazie a questo trucco che in pochi conoscono

Che si tratti di un frutto raccolto dal tuo albero in giardino oppure acquistato, puoi piantare i suoi semi nel terreno, dato che germogliano molto rapidamente. Liberali dunque dalla polpa che li circonda e mettili nel terreno a circa mezzo centimetro di profondità. Se non direttamente nel terreno del tuo giardino, puoi anche farlo all’interno dei vasi. Se poi il melograno proviene dal tuo orto, meglio utilizzare un po’ del terreno dalla pianta da cui è cresciuto il frutto: le possibilità di crescita saranno maggiori.

DAI UN’OCCHIATA A QUESTO CONTENUTO —> Come eliminare per sempre i funghi che crescono nel terriccio delle tue piante

Riponi poi i vasi dove hai inserito i semi della melagrana in una zona illuminata e  tiepida di casa tua, perché per germogliare i semi necessitano di temperature miti. Dunque anche sul balcone va bene, ma solo se arriva il sole e se non fa troppo freddo. Se hai seguito le istruzioni alla lettera, vedrai che dopo 30-40 giorni la piantine di melograno faranno la loro comparsa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.