Digiuno intermittente: cos’è, come e quanto funziona davvero per dimagrire

Cosa c’è da sapere sul digiuno intermittente e perché è d’obbligo non improvvisare. Che cosa si rischia altrimenti, agendo alla leggera e senza un adeguato consulto di un esperto.

Un piatto con delle posate ed una sveglia
Un piatto con delle posate ed una sveglia (Foto Canva)

Digiuno intermittente, è veramente utile? E soprattutto, può comportare delle complicazioni per la salute di chi lo mette in pratica? Perché è risaputo che la pratica del digiunare è del tutto sconsigliata da parte degli esperti dietologi e nutrizionisti. E non si dovrebbe seguirla in maniera indiscriminata.

Privarci del cibo è un qualcosa di estremamente dannoso per la salute. Per questo è fondamentale sapere come andrebbe applicato il digiuno intermittente. In caso contrario si rischiano dei pesanti squilibri a livello glicemico, di pressione, metabolico e non solo.

E per seguire una dieta basata sul digiuno intermittente è obbligatorio rivolgersi proprio ad un esperto riconosciuto e qualificato. In modo tale da ricevere i consigli giusti per non mettere a repentaglio la nostra sicurezza. Si tratta, come è facile immaginare, di una dieta a regime ipocalorico.

Digiuno intermittente, le controindicazioni note

Una donna con la bocca sigillata da un metro
Una donna con la bocca sigillata da un metro (Foto Canva)

I soli alimenti ammessi in una dieta del digiuno intermittente sono cibi non solidi, acqua, caffè ed altre bevande naturali, rigorosamente senza alcun tipo di zucchero o di dolcificanti. Se non si è abituati a restare senza mangiare è altamente consigliato non procedere con questo percorso.

Il tempo massimo da seguire sarebbe di uno o due giorni, perché poi restare senza una adeguata alimentazione di base rischia sul serio di creare degli scompensi. Tuttavia esistono anche delle varianti che contemplano anche una settimana intera. I rischi che si corrono, oltre a quelli citati ad inizio articolo, possono riguardare anche:

  • ipoglicemia;
  • pressione bassa;
  • anemia;
  • mal di testa;
  • perdita dei sensi;

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Attenzione quando sei su internet: non accettare mai quando ti appare questo messaggio sui “cookie”

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Debiti cancellati: arriva la svolta tanto attesa. Chi potrà avere questo beneficio

Chi non deve assolutamente seguire questa dieta

Ovviamente mai e poi mai questa dieta va applicata a bambini, persone anziane, donne incinte, a sportivi, non a attuata se si sta seguendo una terapia con dei farmaci e non è assoltamente adatta a persone con un sistema immunitario già messo sotto sforzo da una o più patologie già in corso.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Reddito di Cittadinanza: dopo Natale cambierà tutto, cosa accadrà

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

Se correttamente applicata da chi rispetta tutti i parametri previsti però, questa dieta permette di migliorare molti parametri metabolici. Va detto che invece, per quanto riguarda il discorso sulla perdita di peso, non c’è una grande convinzione in merito alla utilità della stessa.

Impostazioni privacy