Sfoghi sulla pelle: cosa sono e quando bisogna cominciare a preoccuparsi seriamente

Sfoghi sulla pelle: come riconoscerli, cosa sono e quali sintomi ci suggeriscono di iniziare a preoccuparci seriamente, chiedendo un consulto medico.

Eruzione cutanea (Canva)

Per eruzione cutanea o sfoghi sulla pelle si intende un’eruzione diffusa di lesioni cutanee. Si tratta di un termine medico molto ampio. L’aspetto delle eruzioni cutanee può variare notevolmente e le cause potenziali sono molteplici. Data la varietà, esiste anche un’ampia gamma di trattamenti.

Le eruzioni cutanee possono presentarsi sotto forma di macchie, bolle o vesciche; possono essere rosse, pruriginose, squamose o secche; possono manifestarsi in un’area della pelle o su tutto il corpo. Inoltre, alcune eruzioni cutanee possono andare e venire, mentre altre sembrano non scomparire mai.

Sfoghi sulla pelle: le tipologie e quando preoccuparsi

Sfoghi sulla pelle (Canva)

Ad un occhio inesperto, tutte le eruzioni cutanee possono apparire simili e sembrano facilmente curabili con antistaminici orali da banco o crema all’idrocortisone. Tuttavia, secondo i dermatologi, non è sempre così semplice.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Ti basta un semplice sacchetto per alleviare i dolori muscolari: serve un ingrediente che hai in cucina

Sebbene la maggior parte delle eruzioni cutanee non sia pericolosa per la vita, alcune di esse possono segnalare qualcosa di più grave. Se avete un’eruzione cutanea e notate uno dei seguenti sintomi, rivolgetevi immediatamente a un dermatologo certificato o al pronto soccorso:

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

  1. Lo sfogo è diffuso su tutto il corpo. Un’eruzione cutanea che ricopre tutto il corpo potrebbe indicare qualcosa di preoccupante, come un’infezione o una reazione allergica.
  2. L’eruzione cutanea è accompagnata da febbre. In questo caso, recarsi al pronto soccorso. Potrebbe essere causata da una reazione allergica o da un’infezione. Esempi di eruzioni cutanee causate da infezioni sono la scarlattina, il morbillo, la mononucleosi e l’herpes zoster.
  3. Il disturbo e si diffonde rapidamente. Potrebbe essere il risultato di un’allergia. Le allergie ai farmaci sono comuni e alcune possono essere gravi. Se la respirazione diventa difficile, recarsi al pronto soccorso o chiamare il 911.
  4. L’eruzione cutanea inizia a formare vesciche. Se l’eruzione cutanea è formata da vesciche o se si trasforma in piaghe aperte, potrebbe essere il risultato di una reazione allergica, di una reazione ai farmaci o di una causa interna. Rivolgersi a un medico se l’eruzione cutanea con vesciche interessa la pelle intorno agli occhi, più aree della bocca o i genitali.
  5. L’eruzione cutanea è dolorosa. Le eruzioni cutanee dolorose devono essere rapidamente valutate da un medico.
  6. Lo sfogo cutaneo è infetto. Se l’eruzione cutanea pruriginosa viene grattata, può infettarsi. I segni di un’eruzione infetta sono liquido giallo o verde, gonfiore, crosta, dolore e calore nell’area dell’eruzione o una striscia rossa che fuoriesce dall’eruzione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Digiuno intermittente: cos’è, come e quanto funziona davvero per dimagrire

Le eruzioni cutanee possono assumere diverse forme e, a seconda della causa, richiedono giorni o addirittura settimane per guarire. Piuttosto che trattare l’eruzione cutanea da soli, rivolgetevi a un dermatologo certificato per una diagnosi e un trattamento adeguati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.