Bonus INPS di 200 e 150 euro: l’Ente annuncia ritardi, ecco quando arriveranno i soldi

Perché non hanno ancora avuto luogo i pagamenti dei bonus INPS annunciati nei mesi scorsi e quando in tanti riceveranno l’accredito, tutti i dettagli.

La schermata dell'account INPS su Twitter
La schermata dell’account INPS su Twitter (Foto screenshot Twitter)

Bonus INPS, in tanti sono ancora in attesa di ricevere gli aiuti economici che mettono a disposizione rispettivamente 150 e 200 euro. Si tratta di una misura una tantum, che quindi viene percepita una sola volta. Il mese di dicembre 2022 avrebbe dovuto rappresentare il periodo finale nel corso del quale regolarizzare la situazione di tutti gli aventi diritto.

In particolare coloro che hanno presentato domanda per il bonus INPS da 200 euro entro il 31 ottobre dovrebbe vedere proprio nelle ultime settimane dell’anno recapitare tale cifra in proprio favore. Chi sono i cittadini che ancora sono in attesa di ottenere questo aiuto?

Spiccano in particolare i disoccupati titolari di misure Dis-Coll, Naspi e disoccupazione agricola, oltre a diverse categorie di autonomi. Ma ci sono anche altri che pure avrebbero dovuto avanzare apposita richiesta in particolare per il bonus INPS da 200 euro.

Bonus INPS 200 euro, quando arrivano i soldi e chi prenderà altri 150 euro aggiuntivi

Delle banconote in euro arrotolate
Delle banconote in euro arrotolate (Foto Canva)

Per quale motivo ci sono questi ritardi? Perché l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale deve ancora finire di esaminare le tantissime domande che sono pervenute. Ovviamente chi ha già percepito l’indennità non prenderà più niente. Per quanto riguarda il completamento dei lavori di vaglio e di valutazione delle domande, con tutta probabilità l’INPS finirà negli ultimissimi giorni di novembre.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Questi due bonus puoi prenderli insieme: nessuno conosce questa possibilità

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Debiti cancellati: arriva la svolta tanto attesa. Chi potrà avere questo beneficio

A presentare domanda sono stati:

  • titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa (co.co.co);
    iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo;
  • autonomi occasionali sprovvisti di partita IVA;
  • lavoratori autonomi con partita IVA;
  • incaricati di vendite a domicilio;
  • beneficiari delle indennità Covid;

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Reddito di Cittadinanza: dopo Natale cambierà tutto, cosa accadrà

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

Per tutti loro c’è tempo fino al 30 novembre per inoltrare apposita domanda alla propria Cassa previdenziale di riferimento. Il bonus da 150 euro, che scatterà in aggiunta a quello da 200 euro, verrà aggiunto poi a tutti coloro che dichiareranno un reddito annuo inferiore ai 20mila euro. Al momento della erogazione si otterrà così un bonus di 350 euro complessivi.

Impostazioni privacy