Selenio: cos’è, perché è importante per la nostra salute e in quali alimenti si trova

Importante per la nostra salute, il selenio è un nutriente che si trova in numerosi alimenti: scopriamo perché è essenziale per l’organismo.

alimenti contenenti selenio
Alimenti contenenti quantità alte di selenio (Canva)

Il selenio è un oligoalimento, quindi un nutriente essenziale per combattere i radicali liberi e per difendere le cellule dal loro degrado. Il selenio è importante per prevenire numerose malattie cardiovascolari e le tante patologie legate all’invecchiamento del corpo. Tra l’altro, questo nutriente influenza anche la corretta funzionalità della tiroide.

La più alta concentrazione di selenio nel nostro corpo è situata nei muscoli, ma è presente anche nel sangue e nelle urine, così come nel capello e nelle unghie. La dose media quotidiana di cui il nostro organismo necessita per il suo corretto funzionamento è di 55 mcg (per una persona adulta), mentre una donna in allattamento necessita di circa 70 mcg. Un neonato necessita di 15 mcg.

Perché è fondamentale assumere il selenio

fabbisogno giornaliero selenio
Selenio oligoalimento (Canva)

Le fonti alimentari più ricche di selenio sono il pesce, i cereali, le verdure e le frattaglie. Solitamente, un pasto occidentale comune fornisce il fabbisogno giornaliero di selenio, e non bisogna mai superare le dosi necessarie, poiché questo nutriente, in eccesso, può diventare tossico.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE → Tumore ai polmoni: basterebbe un’occhiata alle mani per la diagnosi, nuova scoperta

Gli integratori al selenio, infatti, devono essere prescritti soltanto da un medico, nel caso in cui un soggetto ne fosse carente. Per quanto riguarda il cibo vegetale, come cereali e verdure, le quantità di selenio possono variare da pasto a pasto.

SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIKTOK E SEGUICI SUL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Tutto dipende da quanto, questi alimenti, abbiano assorbito dal terreno. Cereali e verdure, infatti, assorbono selenio dal terreno e in forma inorganica, per poi renderlo disponibile in forma organica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE → Cosa accade se vivi in una casa senza riscaldamenti: il tuo organismo reagisce così

Per quanto riguarda il selenio presente nei cibi animali, invece, le sue quantità sono più stabili, per due motivazioni. La prima è per via del naturale equilibrio dell’animale (meccanismo omeostatico), la seconda a causa di una alimentazione seguita e programmata per i mangimi destinati agli allevamenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE → Sarebbe questo il segreto per trovare la felicità: lo studio dell’università americana sconvolge tutti

In Europa, infatti, tutte le aziende che si occupano di forniture di mangime per animali devono attenersi ai limiti di selenio imposti dalla UE. Questo per alimentare correttamente tutti gli animali da allevamento, senza somministrare dosi eccessive che ne comprometterebbero la salute. Ma ci sono anche altri alimenti contenenti buone dosi di selenio, tra questi troviamo:

  • Pollo
  • Uova
  • Tonno
  • Noci
  • Prosciutto
  • Tacchino
  • Fegato
  • Bistecca
  • Gamberi
  • Sardine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.