Quali sono gli alimenti più pieni di pesticidi: incredibile quello che abbiamo scoperto

Quali sono gli alimenti più contaminati da pesticidi? Una nuova indagine alimentare svela il retroscena di frutta e verdura comunemente venduti al supermercato.

Supermercato (Canva)

Quest’anno le ciliegie si sono piazzate all’ottavo posto nella lista dei 12 alimenti più contaminati, mentre pesche, pere, sedano e pomodori hanno completato l’elenco. Ma non smettete di mangiare questi alimenti, che sono ricchi di vitamine, minerali, fibre e antiossidanti necessari per combattere le malattie croniche, dicono gli esperti.

“Se le cose che amate mangiare sono nella lista della ‘Sporca Dozzina’, vi consigliamo di acquistare le versioni biologiche quando potete”, ha dichiarato Alexis Temkin, tossicologa dell’EWG esperta in sostanze chimiche tossiche e pesticidi.

La lista degli alimenti più contaminati del 2022

Carrello della spesa (Canva)

“Diversi studi e test clinici hanno esaminato cosa succede quando le persone passano a una dieta completamente biologica”, ha detto Temkin. “Le concentrazioni e le misure dei pesticidi diminuiscono molto rapidamente”.

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

I consumatori possono anche consultare il “Clean Fifteen” dell’EWG, un elenco di prodotti con la minor quantità di pesticidi. Quasi il 70% della frutta e della verdura presenti nell’elenco non presenta residui di pesticidi rilevabili, mentre poco meno del 5% presenta residui di due o più pesticidi, secondo il rapporto.

Tra i 46 alimenti analizzati, gli avocado presentavano i livelli più bassi di pesticidi, seguiti da mais dolce, ananas, cipolle e papaya.

Pesticidi multipli

Pubblicato annualmente dal 2004, il rapporto dell’EWG utilizza i dati dei test del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti per classificare i 46 alimenti più e meno contaminati da residui di pesticidi. Gli addetti dell’USDA preparano gli alimenti come farebbero i consumatori – lavando, sbucciando o strofinando – prima di testare ciascun prodotto.

Secondo uno studio, i prodotti impermeabili e antimacchia contengono plastiche tossiche. L’USDA non campiona tutti i 46 alimenti ogni anno, quindi l’EWG prende in considerazione i risultati del periodo di test più recente. Le fragole, ad esempio, non sono state analizzate dall’USDA dal 2016, ha detto Temkin,

DAI UN’OCCHIATA A QUESTO ARGOMENTO: Se qualcuno ti ha bloccato su Whatsapp puoi scoprirlo con questo trucco infallibile

DAI UN’OCCHIATA A QUESTO ARGOMENTO: Trucco WhatsApp per divertirti a creare gif in poche mosse e con le foto dei tuoi amici

Molti campioni dei 46 prodotti ortofrutticoli inclusi nel rapporto sono risultati positivi a più pesticidi, compresi insetticidi e fungicidi. Oltre il 90% di “fragole, mele, ciliegie, spinaci, nettarine e uva è risultato positivo ai residui di due o più pesticidi”, si legge nel rapporto.

I test hanno riscontrato il livello più alto di pesticidi multipli – 103 – su campioni del trio salutare di cavoli, bietole e senape, seguiti da 101 pesticidi diversi su peperoni e peperoncini. In generale, “i campioni di spinaci presentavano una quantità di residui di pesticidi in peso 1,8 volte superiore a qualsiasi altra coltura analizzata”, si legge nel rapporto.

Alimenti per bambini: attenzione

La FDA avverte i produttori: “Considerate i rischi chimici” negli alimenti per bambini che vendete. L’esposizione a più pesticidi, anche a bassi livelli, è “sovra-additiva”, con ogni pesticida che ha un impatto sulla salute maggiore di quello che potrebbe avere da solo, ha detto il dottor Leonardo Trasande, primario di pediatria ambientale al NYU Langone, che non ha partecipato al rapporto.

Secondo l’Agenzia per la protezione dell’ambiente degli Stati Uniti, i pericoli per la salute derivanti dai pesticidi dipendono dal tipo. I pesticidi possono avere un impatto sul sistema nervoso, irritare gli occhi e la pelle, interferire con i sistemi ormonali e con la salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.