Ciclamino 🌸, guarda attentamente le foglie: se sono di questa grandezza c’è un problema

La grandezza delle foglie del ciclamino è un indicatore della salute della pianta: ecco cosa sapere a riguardo.

Foglie del ciclamino
Grandezza delle foglie del ciclamino: come capire quando c’è un problema (Fonte foto Canva Inran.it)

Il ciclamino è una pianta allegra e colorata, che possiamo coltivare sia nel terreno che in vaso, per abbellire i vari ambienti della casa e il giardino. In pochi sanno che la grandezza delle foglie del ciclamino può predire la sua resistenza al freddo e, quindi, determinare la sua sopravvivenza alle rigide temperature invernali. Scopriamo insieme cosa sapere su questa importante tematica.

Grandezza delle foglie e resistenza al freddo del ciclamino

Salute del ciclamino
Ciclamino bianco (Fonte foto Canva Inran.it)

In linea di massima, possiamo distinguere tra due tipologie di ciclamino:

  • ciclamino hardy, che include tutte le specie da giardino e da bosco, come Cyclamen coumCyclamen hederifolium o neapolitanum e Cyclamen purpurascens o europaeum;
  • ciclamino moderno, derivato dal Cyclamen persicum, che risulta originario di zone calde, come le isole greche, la Turchia e la Siria.

Come distinguere un tipo dall’altro? Basterà osservarli attentamente: i ciclamini hardy, infatti, presentano un aspetto compatto. In più, oltre ad essere piccoli e bassi, presentano fiori di colore rosa o bianco. Le piante appartenenti alla seconda categoria, invece, sono di taglia molto più grande e, generalmente, i loro fiori non sprigionano alcun profumo.

LEGGI ANCHE: Il trucco per proteggere il ciclamino quando piove a dirotto: così sarà salvo!

A discapito delle apparenze, però, chi risulta più resistente alle basse temperature sono le specie da giardino e da bosco. Sebbene il ciclamino moderno sia grande e grosso, infatti, esso è molto più sensibile al freddo.

Non a caso, molti esperti definiscono il ciclamino proveniente da Paesi caldi una vera e propria pianta usa e getta: per via delle sue origini, è completamente inadatto alla vita in habitat caratterizzati da inverni gelidi. Il consiglio, quindi, è di spostare il ciclamino moderno all’interno della propria casa con l’arrivo della stagione fredda.

L’ideale, tuttavia, sarebbe quello di acquistare piante che si adattano al clima del nostro Paese, anziché importare specie vegetali che, per sopravvivere e prosperare, necessitano di ben altri climi.

POTREBBE PIACERTI ANCHE QUESTO ARTICOLO: Ciclamino: come avere una pianta bellissima partendo da un piccolo germoglio

Cura del ciclamino in inverno: cosa sapere

Ora che abbiamo capito qual è l’indizio che la grandezza delle foglie del ciclamino può fornirci sulla sua capacità di adattamento all’habitat in cui si trova, scopriamo i migliori consigli per prenderci cura al meglio di questa pianta durante la stagione invernale.

Come abbiamo anticipato, il ciclamino hardy può essere tranquillamente lasciato all’esterno poiché non teme il gelo. Il ciclamino moderno, invece, deve essere spostato in casa.

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

Per l’annaffiatura, dovremo somministrare l’acqua alla pianta prestando attenzione a foglie e terriccio. Se le prime risultano piegate verso il basso e il terreno è asciutto, occorrerà procedere.

Attenzione alla collocazione del ciclamino in casa: questa specie vegetale, infatti, tende a soffrire non solo il freddo, ma anche l’umidità. Nonostante tutte queste indicazioni, però, è poco probabile che la piante fiorisca anche l’anno seguente.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Sebbene, infatti, i ciclamini siano piante perenni, quelli moderni e gli ibridi tendono ad avere un ciclo vitale molto breve. Per questo, sarebbe opportuno coltivare quelli hardy, ben più adatti al nostro clima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.