Afasia: quali sono i sintomi della malattia che ha colpito Bruce Willis

L’afasia è una condizione che si manifesta a seguito di lesioni al cervello: scopriamo di cosa si tratta e quali sono i sintomi.

Afasia
Cervello (fonte foto Canva)

L’afasia è un disturbo del linguaggio. Secondo le stime, la sua incidenza è compresa tra il 21% e il 38% della popolazione. Si tratta della patologia che ha colpito Bruce Willis, le cui condizioni stanno progressivamente peggiorando: secondo le dichiarazioni, infatti, l’attore non è più in grado di parlare e comprendere quanto gli viene detto. Quali sono le cause e i sintomi dell’afasia? Esaminiamo cosa sapere a riguardo.

Afasia: cos’è e quali sono le cause

Afasia
Cos’è l’afasia? (Fonte foto Canva)

Il linguaggio umano è detto specie-specifico: si tratta di una peculiarità che contraddistingue unicamente la nostra specie, provvista di un sistema fonatorio che consente di articolare i suoni, oltre che si strutture cerebrali volte alla produzione e alla comprensione di una o più lingue.

In particolare, la scienza ha scoperto che la sede del linguaggio umano si trova principalmente nell’emisfero sinistro, coinvolgendo l’area di Broca e quella di Wernicke. Il ruolo fondamentale, inoltre, è integrato dall’apporto di regioni visive e uditive.

L’afasia è un disturbo del linguaggio che compromette la capacità di espressione o comprensione del linguaggio.

POTREBBE PIACERTI ANCHE QUESTO ARTICOLO: Celine Dion è malata: cos’è la “sindrome della persona rigida” e cosa significa vivere con questo dolore

Essa si verifica a seguito di una lesione delle aree del cervello deputate all’elaborazione linguistica.

Infatti, possiamo distinguere tra:

  • Afasia di Broca, o afasia di produzione, che consiste nella perdita della capacità di parlare e di scrivere. Comunemente, invece, la persona che ne è affetta rimane in grado di comprendere il linguaggio umano. Questa forma di afasia è provocata da un danno a carico dell’area di Broca;

LEGGI ANCHE: Chi ha avuto delle lesioni celebrali dovrebbe fare surf, lo rivela uno studio

  • Afasia di Wernicke, o afasia di comprensione, che consiste nella perdita di comprendere quanto viene detto. La persona che ne è affetta è in grado di parlare, ma spesso pronuncia frasi prive di senso. Inoltre, non riesce a comprendere il significato di quanto le viene comunicato. Questa forma di afasia è il risultato di una lesione all’area di Wernicke.

Quali sono le principali cause che possono determinare la comparsa dell’afasia?

Essa può insorgere a seguito di ictus, emorragia cerebrale o trauma cranico. Inoltre, può essere provocata dalla diffusione di un tumore cerebrale o da una patologia infettiva, come l’encefalite o l’ascesso cerebrale.

I sintomi dell’afasia

Come abbiamo visto, esistono due principali forme di afasia, che determinano la comparsa di sintomi differenti. Le manifestazioni più comuni in caso di afasia di produzione sono:

  • Difficoltà ad articolare suoni o parole;
  • Problemi di lettura e scrittura;
  • Deficit grammaticali;
  • Discorso stentato e ipersemplificato, privo di alcune parole. Spesso le persone affette da questo disturbo esprimono le loro richieste mediante un unico termine, come fanno i bambini che stanno imparando a parlare.

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

I sintomi dell’afasia di comprensione, invece, sono:

  • Difficoltà di comprensione del linguaggio parlato e scritto;
  • Produzione di frasi prive di senso;
  • Eloquio veloce;
  • Difficoltà a ripetere le frasi e a scrivere sotto dettatura;
  • Riconoscere gli oggetti ma non riuscire a chiamarli con il loro nome (anomia)

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

È possibile guarire dall’afasia? Per recuperare la facoltà del linguaggio è essenziale seguire un percorso di riabilitazione avvalendosi dell’aiuto di un medico logopedista.

I tempi di guarigione dipendono da condizioni strettamente individuali, come cause scatenanti del disturbo ed età del paziente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.