Arancio Amaro: il frutto dalle mille proprietà che probabilmente non conosci!

Lo sapevi che l’arancio amaro possiede svariate proprietà benefiche sia per la mente che per il corpo? Non perderti questa guida interessante scelta apposta per te!

proprietà e benefici
Cesto di arance di stagione (Canva) -Inran.it

L’arancio amaro viene chiamato in termine scientifico Citrus aurantium o anche melangolo ed è un frutto che viene ricavato dall’incrocio di varie tipologie di arance. Questo frutto nasce in india, ma si sviluppa principalmente nelle zone calde dell’Italia meridionale come in Sicilia, Campania o Calabria.

Il melangolo si differenzia dagli altri frutti per il suo particolare sapore amaro e forte, ma anche per l’elevato profumo dovuto alle foglie, ai suoi fiori e per la buccia in particolare.

Di solito l’arancio amaro viene impiegato per la realizzazione di marmellata e confetture, ma anche per la produzione di canditi ideali per la preparazione di dolci articolati come il Panettone, i cannoli siciliani, la cassata e non solo.

Insomma l’arancio amaro è un frutto davvero incredibile e dalle mille sfumature, con cui poter creare diverse ricette. Un frutto facile da reperire in commercio ed è possibile trovarlo intero, disidratato, a pezzi e sottoforma di candito.

Arancio Amaro: proprietà, benefici, mille usi

altri utilizzi
Confettura di arance amare (Canva) -Inran.it

Sei curioso di scoprire le varie proprietà dell’arancio amaro e le sue qualità nutritive?! L’arancio amaro è ricco di vitamine del gruppo A, C e PP, ma anche vari sali minerali come il fosforo, il sodio, il ferro e il calcio. Questo tipo di arance contengono pochi grassi e pochi carboidrati, ma le percentuali d’acqua e di proteine sono elevate.

LEGGI ANCHE: Feijoa: il frutto dalle mille proprietà benefiche e dal gusto inimitabile, dove trovarlo

Inoltre le arance amare contengono anche vari principi attivi aggiunti come il limonene, il fuco cumarine, il linalolo, la sinefrina e l’acetato di linalile. Il linalolo per esempio agisce sulle varie infiammazioni del sistema immunitario donando un immediato sollievo, specialmente per chi soffre di articolazioni e muscoli doloranti dovuti a un eccessivo sforzo fisico.

La niacina è in grado di riparare i vari tessuti danneggiati e allo stesso tempo li idrata mediante la stimolazione dei lipidi. Inoltre le arance amare facilitano la digestione mediante l’aumento del livello di acidità gastrica e la secrezione salivare. Questo agrume è in grado anche di contrastare l’ansia, gli stati di stress e la depressione, in quanto la sua assunzione periodica stimola il sistema nervoso centrale e alcune aree come il limbo.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

Molti dietologici e nutrizionisti consigliano l’arancio amaro in quanto contrasta la cellulite mediante l’effetto lipolitico. Questo effetto scioglie gli accumuli di cellulite posti localmente in alcuni punti del corpo come i glutei, le gambe o le braccia. La sinefrina è una sostanza dalle proprietà dimagranti, infatti essa aumenta la termogenesi.

Ovvero la produzione di calore nelle cellule adipose del corpo che fungono come un naturale brucia grassi. Quindi questo alimento fa al caso tuo, qualora fossi in procinto di cambiare la tua dieta alimentare e rimetterti in forma. È possibile utilizzare l’arancio amaro in diversi modi anche in ambito alimentare: infatti per esempio la polpa di questo frutto può essere impiegata per preparare marmellate o confetture in casa.

LEGGI ANCHE: Qual è la frutta e la verdura preferita dagli italiani? La classifica

La buccia è consigliata per realizzare liquori, infusi o decotti, ma è possibile anche ricavarne degli oli essenziali adatti per l’aromaterapia o per ideare svariati cosmetici e prodotti adatti alla cura personale. Mentre per quanto riguarda le foglie o fiori già essiccati è possibile realizzare svariate tisane per combattere la cellulite localizzata e la ritenzione idrica.

Ovviamente esistono anche delle controindicazioni: infatti è sconsigliato altamente per chi soffre di pressione alta, tachicardia e ipertensione a causa della stessa sinefrina, cioè una sostanza dopaminergica. Sconsigliato l’arancio amaro anche per gli ipertiroidei o chi soffre di gastrite o è in gravidanza o durante l’allattamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.