Natale in famiglia: una piccola guida per non litigare con amici e parenti | Occhio a questo aspetto

Il Natale in famiglia può riservarci qualche piccola insidia: ecco una pratica guida per evitare di litigare con amici e parenti.

Litigi in famiglia
Il decalogo da rispettare per evitare i litigi famigliari nel periodo natalizio (Fonte foto Canva)

Complice qualche dissapore passato, opinioni divergenti e un bicchiere di troppo che ci rende più disinibiti, uno dei rischi più spiacevoli del Natale trascorso in famiglia è quello di andare incontro a qualche lite. Ci sono una serie di accorgimenti che possiamo mettere in pratica per evitare di litigare con amici e parenti, contribuendo l’atmosfera distesa e festosa e trascorrendo delle festività all’insegna dell’armonia: ecco la guida da seguire.

Natale in famiglia: la guida per evitare i litigi

Famiglia
Famiglia attorno alla tavola imbandita nel giorno di Natale (Fonte foto Camva)

Tra i lati negativi del Natale in famiglia c’è quello che spesso costringe attorno allo stesso tavolo persone che hanno avuto dei contrasti in passato, magari mai chiariti.

Si tratta quindi di un’occasione con alto rischio di tensione. L’atteggiamento giusto è affrontare le feste con pacatezza e senza grandi aspettative: questo stato mentale ci permetterà di saper soprassedere a eventuali provocazioni o fastidi derivanti dal comportamento altrui.

Andiamo alla scoperta di una pratica guida per evitare di litigare e trascorrere un sereno Natale in famiglia.

Niente aspettative e sensi di colpa

Impossibile andare completamente d’accordo con la propria famiglia. Ogni membro è un individuo a sé, con le sue esperienze e un proprio sistema di credenze, in base al quale orienta la sua vita e le sue decisioni.

Non possiamo pretendere, quindi, che chiunque si comporti come faremmo noi e giudicare l’atteggiamento altrui sulla base di ciò che noi avremmo fatto. Il fatto che ci siano dei dissapori pregressi con alcuni parenti non è affatto un’ipotesi remota.

Tuttavia, non dovremmo considerare un evento di convivialità condiviso insieme come un momento di imprescindibile riappacificazione né come un’occasione di scontro. Insomma, niente aspettative: potrebbero distorcere o influenzare ciò che stiamo vivendo, causando in noi ansia e frustrazione perché le cose non stanno andando come ce le siamo immaginate.

LEGGI ANCHE: Quanto costa accendere le luci di Natale: quello che sai è completamente sbagliato

Allo stesso modo, è indispensabile non lasciarsi sopraffare dal senso di colpa. Tutto ciò che ci circonda ci ricorda che il periodo natalizio è il momento più gioioso dell’anno. Questo tripudio di sentimenti positivi, però, andrebbe ridimensionato a vantaggio della nostra salute mentale.

Non ci piace il Natale e l’idea di trascorrerlo insieme ai parenti ci causa ansia e insicurezza? Non dovremmo sentirci in colpa, ma affrontare le situazioni con consapevolezza e accettazione.

E, se proprio non ce la sentiamo, dare più importanza al nostro benessere che alla partecipazione a pranzi e cene che ci farebbero stare male.

Evitare gli argomenti scomodi

Una regola d’oro presente in ogni guida per evitare di litigare in famiglia durante il periodo di Natale è quella di evitare degli argomenti scomodi, che dovrebbero rappresentare dei veri e propri tabù.

Si tratta di tutte quelle tematiche che comunemente suscitano disaccordo e indignazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: I migliori film di Natale da vedere con tutta la famiglia: grandi e piccoli rimarranno estasiati

Ogni nucleo familiare ne ha di propri, ma in generale in questo elenco rientrano la politica, i dissapori del passato e l’educazione dei figli.

Occhio anche ai nostri atteggiamenti, che sappiamo essere irritanti per chi ci circonda. Per favorire un’atmosfera pacata, infatti, dovremmo sforzarci in prima persona, facendo attenzione a evitare comportamenti che potrebbero infastidire parenti e amici, generando spiacevoli discussioni.

Rimanere al proprio posto

Infine, un ultimo accorgimento per evitare i litigi sotto l’albero è quello di evitare i consigli non richiesti e i giudizi sul comportamento e sulle scelte altrui.

Insomma, dovremmo rimanere al nostro posto.

Sentenziare sulle abitudini di qualcuno, magari attorno alla tavola imbandita e in presenza di numerosi altri commensali non è certo il modo migliore per creare un clima di serenità.

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

Allo stesso modo, sarebbe bene evitare domande scomode su questioni personali, come lo studio, il lavoro o le relazioni amorose.

Ognuno ha i suoi tempi e le sue esigenze: il fatto che non si sia ancora realizzato professionalmente o non abbia trovato l’amore non ci riguarda, a maggior ragione se sappiamo che si tratta di una tematica delicata, che suscita insicurezza e frustrazione nella persona interessata.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.