Umidità in casa: tutti i rimedi più efficaci per risolvere questo brutto problema

Quali validi accorgimenti possiamo applicare per contrastare l’umidità in casa ed impedire che succedano dei disastri.

Gli effetti dell'umidità negli spazi interni
Gli effetti dell’umidità negli spazi interni (Foto Canva – Inran.it)

Umidità in casa, un problema bello grosso e che può darci dei gran bei grattacapi. Quando ci accorgiamo di essere alle prese con questo inconveniente potrebbe anche essere troppo tardi per rimediare agli effetti distruttivi legati a tale aspetto.

Infatti la presenza di umidità in casa potrebbe condurre alla distruzione totale di pareti e soffitto delle stanze che sono infestate da quella che può essere una delle insidie più grosse che avvengono in casa.

Come origine più diffusa dell’umidità in casa c’è di solito la malsana abitudine di lasciare chiuso dopo avere fatto una doccia od un bagno caldi o dopo avere utilizzato l’asciugatrice, la lavastoviglie o la lavatrice.

Umidità in casa, i rimedi per impedire possibili danni

Una lavatrice appena aperta dopo un lavaggio
Una lavatrice appena aperta dopo un lavaggio (Foto Canva – Inran.it)

Questi elettrodomestici vanno aperti per fare fuoriuscire l’aria calda ed umida prodotta al loro interno dopo il funzionamento. Così come le ante della doccia vanno spalancate dopo l’utilizzo, per non fare concentrare sempre l’umidità.

Ma se non si apre una finestra per procedere con il necessario riciclo allora tutta quell’aria umida finirà con l’attecchire sulle superfici interne. E fare questo di volta in volta porterà al sorgere della muffa, che lascerà dei segni sempre più evidenti sui muri. Non a caso poi gli ambienti di casa maggiormente soggetti a questa problematica sono il bagno e la cucina.

Ed ancora, anche delle infiltrazioni di acqua dall’esterno possono finire con il danneggiare muri e soffitto di casa e con l’erodere l’intonaco a tutto vantaggio della muffa. Che cosa possiamo fare per impedire tutto ciò?

POTREBBE PIACERTI ANCHE: Non gettare il calendario del 2022: come riutilizzarlo in modo tanto semplice quanto furbissimo

Tutti gli strumenti e le abitudini che ci saranno di aiuto

Come detto, un primo consiglio consiste nel favorire il ricambio di aria degli ambienti interni. Specialmente in quelli dove viene prodotta aria calda ed umida. Sono di grande aiuto la cappa in cucina e le ventole aspiranti nei bagni. Specialmente se non c’è lo spazio sufficiente per installare una finestra.

POTREBBE PIACERTI ANCHE: Senti cattivi odori dallo scarico del lavandino? Versa un cucchiaio di questo ingrediente e risolvi subito

Cerchiamo poi di evitare di fare asciugare il bucato in casa e di sistemarlo direttamente sui termosifoni. I panni ed i tessuti estratti dalla lavatrice andrebbero sempre esposti all’esterno ad asciugare.

POTREBBE PIACERTI ANCHE: Puzza di fritto sui vestiti: il trucco per eliminarla in poche mosse con un rimedio naturale

Se proprio non possiamo farne a meno invece ci dovremmo dotare di un deumidificatore da azionare ogni qual volta mettiamo il bucato ad asciugare. La stessa cosa riesce a svolgerla anche un normale condizionatore, con la funzione di deumidificatore.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

E poi in commercio ci sono degli intonaci anti-umido, appositamente concepiti con questa resistenza. Inoltre possiamo anche ridurre la percentuale di umidità dell’aria in casa adagiando delle vaschette di sale grosso un po’ ovunque in giro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.