Attenzione alla correlazione tra freddo e disidratazione: quando cominciare a preoccuparsi

Disidratazione e freddo sono correlati? Secondo gli esperti potrebbe esserci un collegamento tra questi due disturbi. Tutti i dettagli.

Idratazione (Canva – Inran.it)

Supponiamo che siate fuori a correre nel caldo pomeriggio di luglio. Oppure di fare giardinaggio o diserbare in agosto. Sapete che dovete bere prima, durante e dopo l’attività per rimanere idratati. Più subdola è invece la disidratazione da freddo. “C’è la falsa percezione che il fabbisogno di idratazione si riduca così drasticamente in inverno che la disidratazione non può mai essere un problema”, afferma Lauren Antonucci.

Disidratazione e freddo: attenzione a questi segnali

Bottiglia (Canva – Inran.it)

La disidratazione si verifica quando si consumano o si perdono più liquidi di quelli assunti e il corpo non ha abbastanza acqua e altri liquidi per svolgere le sue normali funzioni. Se non si reintegrano i liquidi persi, ci si disidrata. Chiunque può disidratarsi, ma questa condizione è particolarmente pericolosa per i bambini piccoli e gli anziani.

LEGGI ANCHE: Non solo il rosso: per Capodanno puoi indossare altri colori fantastici, farai un figurone

La causa più comune di disidratazione nei bambini piccoli è la diarrea grave e il vomito. Gli anziani hanno naturalmente una minore quantità di acqua nel corpo e possono avere condizioni o assumere farmaci che aumentano il rischio di disidratazione. Ciò significa che anche malattie minori, come infezioni ai polmoni o alla vescica, possono provocare disidratazione negli anziani.

1. Il calore interno è una fonte subdola di disidratazione

Tutto il calore pompato nell’ufficio o nella casa mantiene l’edificio caldo, ma “l’aria interna è molto secca”, dice Antonucci. Ciò è in contrasto con l’umidità estiva, che rende appiccicosi a causa dell’umidità dell’aria. Trascorrere il tempo in casa per lavorare, dormire e uscire vi espone a questo caldo secco per gran parte della giornata, con conseguente perdita di liquidi e disidratazione. (Ecco perché in questo momento siete sempre alla ricerca di una crema idratante da spalmare sulla pelle screpolata).

2. Infagottarsi può essere un affare di sudore

Quando la temperatura scende, fare attività fisica all’aperto fa bene alla mente e al corpo. Ma se siete persone a cui non piace sentire freddo, potreste vestirvi troppo di proposito. “Molte persone si vestono a strati e sudano attraverso i vestiti, ma poiché non sentono caldo, non si rendono conto che stanno perdendo tanto sudore”, dice Antonucci.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

3. Non si porta più l’acqua con sé

Quando fa caldo, si ha sempre a portata di mano una bottiglia d’acqua. Quando fa freddo, la sete è minore e magari si sente freddo, per cui può sembrare meno desiderabile portare con sé una bottiglia d’acqua, dice Antonucci.

LEGGI ANCHE: Make-up di Capodanno: il trucco per degli occhi così sensuali da stendere tutti al primo sguardo

Un buon modo per verificare la disidratazione, dice Stella Volpe, PhD, RDN, professore e capo dipartimento di nutrizione umana, alimenti ed esercizio fisico al Virginia Tech di Blacksburg, è quello di fare il test della pipì. Se l’urina è di colore giallo pallido, è sana. “È una misura che chiunque può utilizzare in qualsiasi momento dell’anno per verificare il proprio stato di idratazione”, spiega la dottoressa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.