Piante carnivore: come coltivare queste piante e quanto sono utili in casa

Piante carnivore: in casa possono risultare molto utili. Ecco come coltivarle indoor e i consigli migliori per mantenerle sane e forti.

Pianta carnivora (Canva – Inran.it)

La maggior parte delle piante carnivore cresce in terreni paludosi con compost acido o “ericaceo”. La maggior parte dei terricci ericacei contiene torba, ma negli ultimi anni sono state introdotte sul mercato diverse miscele ericacee prive di torba. Mantenetelo ben innaffiato e assicuratevi che non si secchi mai.

Scegliete un luogo luminoso e soleggiato per coltivare le vostre piante carnivore in estate e spostatele in un luogo fresco e al riparo dal gelo in inverno. Rimuovete i fiori e le foglie sbiadite quando è necessario.

Piante carnivore: utilissime in casa, come coltivarle

Piante (Canva – Inran.it)

Quando si tratta di curare le piante carnivore temperate, tra cui le drosere e le piante brocche, ci sono tre cose importanti da tenere a mente. In questo video sulle regole d’oro, Nigel Hewitt-Cooper di Hewitt-Cooper Carnivorous Plants rivela i suoi quattro consigli principali sulla temperatura, l’acqua e la luce di cui le piante carnivore hanno bisogno per prosperare.

DAI UN’OCCHIATA A QUESTO ARGOMENTO → Foglie gialle sul ciclamino: perché accade e come fare per salvare la tua pianta

Le piante carnivore possono sopravvivere in casa. Ma sono un po’ più impegnative della media delle piante d’appartamento. Se siete principianti o tendete a uccidere rapidamente le piante, vi conviene fare un po’ di pratica prima di tentare di mantenere in vita una pianta carnivora.

DAI UN’OCCHIATA A QUESTO ARGOMENTO → Luce artificiale per le piante per aiutarle a crescere meglio: tutte le info utili per l’acquisto

La maggior parte delle piante carnivore si è evoluta in ambienti umidi e paludosi, con terreni di scarsa qualità. Dovrete fornire loro:

DAI UN’OCCHIATA A QUESTO ARGOMENTO → 6 piante da interno che crescono praticamente da sole, anche con poca luce e poca acqua

  • Un terriccio unico, umido e altamente acido, non un normale terriccio per vasi. Preparate il vostro combinando sabbia e muschio di torba in parti uguali.
  • È indispensabile un terreno ben drenante ma umido. La ghiaia alla base del vaso o del terrario può aiutare a mantenere la pianta ben drenata.
  • Umidità elevata. Per ottenere i migliori risultati è necessario creare un ambiente umido, collocando la pianta all’interno di un terrario con un certo flusso d’aria attraverso una fessura nel coperchio.
  • Luce solare intensa ma indiretta. Fate attenzione a non surriscaldare le piante se le tenete all’interno di un terrario.
  • Acqua depurata, per evitare di dare alla pianta acqua troppo alcalina o piena di minerali.
  • Cibo, di solito sotto forma di insetti. La vostra pianta carnivora dovrebbe ricevere una varietà di insetti per bilanciare i nutrienti.
  • Gli hamburger e la carne animale sono troppo ricchi di proteine. È possibile rilasciare nel terrario grilli o altri insetti acquistati in negozio.
  • Potrebbe sembrare strano che il terreno possa essere troppo ricco per una pianta. Ma poiché le piante carnivore si sono evolute per affrontare terreni acidi e poveri di sostanze nutritive, è di questo che hanno bisogno oggi! Il fertilizzante o il terreno ricco possono uccidere la pianta.

Alcune piante carnivore sono più facili da coltivare in casa di altre. È meglio iniziare con quelle più facili, per poi aggiungere alla serra quelle più impegnative man mano che si procede. Vediamo ora i migliori consigli per curarle in casa.

1) Le piante carnivore amano la luce

Le piante carnivore rustiche prosperano in condizioni calde e con molta luce in primavera e in estate, quindi coltivatele su un davanzale soleggiato, in una serra o in un patio soleggiato.

2) Un po’ di fresco è necessario, anche in inverno

La maggior parte delle piante carnivore sono piante temperate e non tropicali, quindi hanno bisogno di un luogo fresco in inverno per riposare, altrimenti si esauriranno e moriranno. Durante la dormienza, alcune piante possono morire (e le trappole della mosca di Venere possono diventare nere e morire). Collocate in una stanza fresca e non riscaldata o in una serra fresca – l’ideale è circa 7°C – e mantenete il terriccio appena umido.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

3) Il terreno deve essere sempre umido

In natura, le piante carnivore resistenti crescono in terreni paludosi, quindi il loro terriccio deve essere sempre umido durante i mesi più caldi. Sistemate il vaso in un sottovaso d’acqua e mantenetelo sempre pieno. In alternativa, ostruite i fori di drenaggio in modo che l’acqua non possa defluire. Mantenete il terriccio appena umido durante il periodo di riposo invernale.

4) No acqua del rubinetto, sì acqua piovana ricca di nutrienti

L’acqua del rubinetto può danneggiare le piante carnivore. Utilizzate acqua distillata o filtrata, l’acqua di un bollitore lasciata raffreddare o, idealmente, l’acqua piovana – potreste lasciare un secchio all’esterno per raccoglierla o utilizzare l’acqua di un pozzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.