Fai vivere a lungo il tuo albero 🌲 di Natale vero: dopo le feste fai così e ti durerà per anni

L’albero di Natale vero può durare a lungo? Vediamo cosa si può fare per mantenerlo in salute anche dopo le feste. Con questo metodo durerà anni.

pino cura
Pino (Canva – Inran.it)

Le feste di Natale sono passate e manca ormai poco a togliere i proprio albero, a metterlo via oppure in giardino. Difatti se è un vero abete della foresta, la priorità è quella di farlo durare il più a lungo possibile, anche dopo le festività. Scegliere un albero vero ha i suoi pro e i suoi contro, sta di fatto che un abate vero può migliorare l’ambiente in cui si vive al contrario si uno finto.

Tuttavia, ci si deve prendere cura poi di quell’albero di Natale per una questione di rispetto e principio, in quanto essere vivente. Il profumo dell’abete è qualcosa di unico, suggestivo e ammaliante. Quel sapore di foresta, muschio e natura può inebriare l’ambiente e donare quell’aria natalizia alla casa. Ma cosa fare quando è ora di metterlo via?

Cura dell’albero di Natale vero: in questo modo durerà più a lungo

abete cura
Abete (Canva – Inran.it)

Ti potrebbe interessare anche >>> Orto di gennaio: cosa piantare per avere un raccolto eccezionale tra pochi mesi

Per curare il proprio abete di Natale è importante seguire determinati passaggi, in modo che questo possa durare anche svariati anni. In primis va tenuto al riparo dai raggi solari diretti, poiché farebbe appassire e diventare marroni i suoi aghi. Va esposto alla luce solo per brevi periodi di tempo in modo da favorire la fotosintesi clorofilliana.

Ti potrebbe interessare anche >>> Conosci il limone rosso? È una pianta eccezionale, facilissima da coltivare e dal profumo inebriante

Quindi, per permettere all’abete di respirare in maniera ottimale, porlo in una zona ombreggiata e ben arieggiata. Evitare invece di sistemarlo vicino a termosifoni e altre fonti di calore come le stufe. Difatti l’albero ha bisogno di un clima piuttosto temperato per poter sopravvivere, e non di calore.

SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAMTELEGRAM E TIK TOK

Per quanto riguarda l’irrigazione, l’abete va innaffiato con cura anche se possiede le radici perché reciso di netto. Ha sempre bisogno di acqua, soprattutto nelle 48 ore dal taglio perché la linfa potrebbe solidificarsi e trasformarsi in resina. Seguendo questi piccoli consigli l’abete sarà perfetto e durerà anni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.