Come accelerare il metabolismo troppo lento: usa questi trucchetti e vedrai subito una grande differenza

Se soffri di metabolismo lento e sei alla ricerca di alcuni accorgimenti per accelerare questo processo corporeo, ecco i consigli da mettere in pratica.

Come rendere più veloce il metabolismo
Donna e uomo che corrono (Canva – Inran.it)

È possibile accelerare il metabolismo lento? La risposta è sì: ci sono una serie di accortezze che possiamo mettere in pratica per velocizzare e favorire il consumo di calorie. Scopriamo insieme quali sono i segnali che indicano che il nostro metabolismo è troppo lento e i trucchetti a cui ricorrere per notare immediatamente una grande differenza.

Accelerare il metabolismo lento: i consigli da seguire

Vassoio con verdure
Verdure su un vassoio (Canva – Inran.it)

Il termine metabolismo fa riferimento all’insieme di processi chimici che il nostro organismo mette in pratica per assicurare il regolare funzionamento degli organi e dei processi che ci mantengono in vita, tra cui la respirazione e la digestione del cibo.

Per poter svolgere questi funzioni, il corpo ha bisogno di energia, che trae dai cibi che ingeriamo, trasformandoli in calorie da bruciare. Quali sono i sintomi che possono segnalare un metabolismo eccessivamente lento?

  • Stanchezza e senso di affaticamento;
  • Pressione bassa;
  • Sensibilità al freddo;
  • Stitichezza;
  • Gonfiore addominale;
  • Secchezza di cute e capelli.

È possibile attivare e velocizzare il metabolismo adottando alcuni semplici accorgimenti: scopriamo insieme di quali si tratta.

Non saltare i pasti

In primo luogo, se si desidera mantenere sotto controllo il proprio peso corporeo, è fortemente sconsigliato saltare i pasti. La colazione, in particolare, non dovrebbe mai essere evitata: si tratta del pasto principale della giornata, che ci fornisce le energie necessarie per affrontare gli impegni con grinta e vigore.

In particolare, uno studio scientifico ha individuato cosa dovremmo mangiare al risveglio per accelerare il metabolismo lento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO: Se hai questi sintomi potresti avere una carenza di fibre | Attenzione a questo dettaglio

Gli scienziati consigliano di consumare alimenti ricchi di proteine e con un basso contenuto di glutine e di zucchero. Mai saltare neppure il pranzo, la cena e gli spuntini intermedi: il rischio è che il senso di fame aumenti a dismisura, spingendoci a mangiare più del dovuto in occasione del pasto successivo.

L’importanza dell’attività fisica

Fare attività fisica permette di accelerare il metabolismo. In particolare, dovremmo dedicarci ad esercizi volti al potenziamento dei muscoli, che consentono di bruciare maggiori quantità di grasso.

LEGGI ANCHE: Attenzione alla correlazione tra freddo e disidratazione: quando cominciare a preoccuparsi

Inoltre, si raccomanda di eseguire un allenamento ad alta frequenza, come corsa, aerobica e ciclismo. Il cardiofitness, infatti, stimola l’apparato cardiocircolatorio e respiratorio, favorendo l’eliminazione dei lipidi.

Manteniamoci idratati

Per accelerare il metabolismo lento è essenziale non sottovalutare l’importanza dell’idratazione: il corpo, infatti, ha bisogno di acqua per bruciare calorie.

Se si è disidratati, quindi, il metabolismo rallenterà inesorabilmente. Oltre all’acqua, è bene consumare tisane a base di zenzero, limone e cannella.

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

Si tratta di ingredienti ricchi di proprietà nutrizionali benefiche, dal potere saziante e dall’azione disintossicante.

Via libera al consumo di fibre

Infine, un ultimo accorgimento per velocizzare il metabolismo basale riguarda l’assunzione delle fibre. Queste sostanze non sono digeribili dal nostro sistema gastrointestinale.

Il loro ruolo consiste nell’agevolare il transito intestinale, favorendo la regolarità e contrastando disturbi come stipsi e gonfiore.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

La dose giornaliera ideale di fibre che dovremmo consumare è pari a 30 grammi. Tra gli alimenti che risultano maggiormente ricchi di queste sostanze ci sono crusca, legumi, frutta secca e cereali integrali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.