Prima di dare l’acqua alle piante non dovresti mai dimenticare questo passaggio fondamentale

Sapevate che il calcare presente nell’acqua può essere la causa delle foglie clorotiche delle vostre piante o di quei puntini bianchi che vedete sulla superficie del substrato o all’interno del vaso?

Come rimuovere impurità dall'acqua
Acqua per le piante (Canva) Inran.it

Per questo motivo è consigliabile adottare alcuni accorgimenti, perché altrimenti il giorno meno atteso dovreste scartare la pianta e il terriccio e pulire a fondo il contenitore.

Sapere quali sono questi accorgimenti è molto importante, soprattutto quando si hanno piante che non lo tollerano, come le camelie o le azalee. Ma è consigliabile eseguirli anche quando la qualità dell’acqua è così scadente da non poter essere bevuta.
Il calcare dell’acqua, nella sua giusta misura, è benefico per le piante; non a caso, tutte hanno bisogno di un minimo di calcio per svolgere le loro funzioni. Ma quando ce n’è troppo, dobbiamo intervenire se non vogliamo gettarle nel cumulo del compost.

Come rimuovere il calcare dall’acqua per le piante

Acqua pura per le piante
Piantine (Canva) Inran.it

La prima opzione è quella di utilizzare un addolcitore d’acqua. Oggi esistono modelli semplici da montare e a buon prezzo. Per esempio, c’è questo che è un filtro che si adatta al rubinetto e che costa solo 15 euro. Ma sì, l’acqua ha molto calcare, vi consiglio di pulirli frequentemente, più volte alla settimana; in questo modo vi saranno utili più a lungo.

Ti potrebbe interessare anche >>> Attenzione a questo aspetto importante per far crescere al meglio le tue piante da interno

In alternativa, riempire una pentola e aspettare. È un trucco semplice e molto facile, ma richiede pazienza. Basta riempire una pentola e aspettare un paio di giorni affinché il calcare si depositi sul fondo. Trascorso questo tempo si preleva l’acqua con un pentolino nella metà superiore, senza fare movimenti bruschi. Vediamo altri metodi infallibili.

Ti potrebbe interessare anche >>> Usa così il bicarbonato per le tue piante e non immagini che risultati incredibili che otterrai

Congelare e scongelare l’acqua prima di utilizzarla

Un altro modo per ottenere acqua adatta all’irrigazione è riempire una bottiglia e metterla nel congelatore per 24 ore. Trascorso questo tempo, la si toglie e si vedrà che la calce si precipita verso il basso; sarà allora che potrà essere usata per irrigare, ma solo la metà superiore.

Aggiungere aceto o limone

Sia l’aceto che il limone sono acidi e quando li si mette nell’acqua cambiano. Ma bisogna sapere che agiscono sul pH, abbassandolo. Che cos’è il pH? È il grado di acidità che ha qualcosa, sia esso l’acqua, la terra, la nostra pelle, … beh, qualsiasi cosa. Si misura su una scala da 0 a 14, dove 0 è molto, molto acido e 14 è molto, molto alcalino.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Molte delle piante che coltiviamo, soprattutto in casa, hanno bisogno di un pH neutro (cioè 7) o leggermente acido (6-6,5). Quando le innaffiamo con un’acqua ad alta concentrazione di calcare, che è anche un’acqua molto alcalina, le foglie ingialliscono, lasciando i nervi verdi. Perché?

Perché il ferro e/o il manganese non sono disponibili per loro, sono bloccati. Il terreno può contenere questi nutrienti, ma il pH è così alto che non possono assorbirli. A) Sì, il pH deve essere abbassato con qualche goccia di limone o aceto (la quantità esatta varia a seconda di quanto è alto il pH, per questo bisogna usare un misuratore di PH e controllarlo).

Non funziona far bollire l’acqua e lasciarla riposare

Si ritiene che se si riempie una pentola d’acqua e la si porta a ebollizione, il calcare verrà rimosso. Questo è ciò che si fa di solito nei luoghi in cui si usa l’acqua per cucinare, ad esempio. Ma non è molto utile per innaffiare le piante, perché quando l’acqua bolle, una parte dell’acqua evapora, ma il calcare rimane. Pertanto, è come se non avessimo fatto nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.