Mai metterti questi vestiti quando vai a dormire | In molti sbagliano: fai attenzione

Non indossate mai questi vestiti prima di andare a dormire: è dannoso e potrebbe rovinare la qualità del vostro sonno. Tutti i dettagli.

Cosa mettere prima di dormire
Pigiama (Canva) Inran.it

Il pigiama esiste fin dai tempi dell’Impero Ottomano. Era talmente apprezzato dagli europei che visitavano la zona, che si è rapidamente diffuso in Europa ed è stato adottato come abbigliamento esotico da salotto. Ma l’idea di indossare il pigiama a letto si è diffusa nel mondo occidentale solo nel XX secolo. Nei decenni successivi, l’abbigliamento da notte è diventato un punto fermo della notte.

La scelta di andare a letto con un pigiama tradizionale, una comoda T-shirt o niente dipende da molti fattori, tra cui l’età, la stagione o semplicemente le preferenze personali. Quello che forse non sapete è che il vostro pigiama può influenzare notevolmente la qualità del vostro sonno.

Ecco cosa indossare prima di andare a dormire

Cosa indossare prima di dormire
Pigiama (Canva) Inran.it

È quasi impossibile dormire bene se ci si rigira e si fa fatica a stare comodi. Forse il problema è che non si indossa la biancheria da letto giusta. Continuate a leggere per scoprire come il vostro abbigliamento da notte possa essere la causa del vostro disagio e quali cambiamenti potete apportare per garantire un sonno migliore.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

I tessuti da considerare:

  • Cotone: Questo tessuto traspirante e completamente naturale è morbido e naturalmente rinfrescante, il che lo rende un’ottima opzione per le notti più calde. Tuttavia, il cotone non è in grado di eliminare l’umidità e può risultare fastidioso se si è inclini alla sudorazione notturna.
  • Seta: Questo tessuto lussuoso è morbido e confortevole ed è ottimo per regolare la temperatura corporea. Può tenervi al caldo nelle notti fresche e rinfrescarvi in quelle calde. Ma la seta può essere scivolosa, costosa e richiede un lavaggio a secco.
  • Lino: I pigiami in puro lino sono morbidissimi e traspiranti. Questo tessuto ha anche proprietà naturali di assorbimento del calore e dell’umidità, che lo rendono ideale per i dormiglioni caldi. Tuttavia, il lino si stropiccia più facilmente ed è generalmente più costoso del cotone.
  • Flanella: Un’opzione eccellente per le notti fredde, la flanella mantiene il calore e l’intimità. È anche morbida e traspirante. Se avete il sonno caldo, i pigiami di flanella potrebbero essere troppo caldi per voi.
  • Bambù: Quando le fibre di questa pianta robusta vengono filate e trattate, creano un tessuto sorprendentemente morbido e naturalmente traspirante. Il bambù è anche ipoallergenico e può avere proprietà antibatteriche.
  • Lana: Conosciuta per mantenere il calore nei periodi freddi, la lana può anche mantenere il fresco nelle notti calde e impedire il surriscaldamento. Naturalmente traspiranti, i pigiami di lana sono anche morbidi e lisci al tatto.

Abbigliamento da evitare

Vestiti stretti: i vestiti stretti sono a malapena tollerabili quando si è svegli, quindi perché volerli indossare a letto? Soprattutto perché alcuni indumenti stretti possono addirittura interrompere la circolazione e far formicolare le estremità.

Ti potrebbe interessare anche >>> Usa così il bicarbonato per le tue piante e non immagini che risultati incredibili che otterrai

Bottoni, bottoni automatici ed etichette: Queste nozioni possono sembrare abbastanza innocenti, ma i bottoni e i bottoni automatici possono premere sulla pelle e le etichette possono dare prurito, il che non favorisce un buon sonno.
Elastici troppo stretti: Molti pantaloni del pigiama sono stretti in vita da un elastico. Se l’elastico è troppo stretto, può causare dolore e sfregamento.

Pizzo graffiato sulla lingerie: La lingerie sexy e piena di pizzi è perfetta per andare a letto con il vostro amore, ma quando siete pronte per dormire, potrebbe essere più comodo e meno pruriginoso sfilare il negligé.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Biancheria intima: Per l’igiene generale è meglio non indossare la biancheria intima a letto. Infatti, scatole, slip e mutandine possono diventare un focolaio di batteri e causare irritazioni e infezioni da lievito. Quindi, prendete in considerazione l’idea di toglierle e di andare a letto senza mutande.

Reggiseno: Anni fa, le donne erano incoraggiate a indossare il reggiseno a letto per evitare il cedimento del seno. Ma gli studi hanno sfatato questa idea. Anzi, il reggiseno può causare disagio e persino ostacolare la respirazione notturna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.