Occhio a questo accessorio che hai in cucina: devi pulirlo così perché è un covo di sporcizia

Attenzione a questo accessorio indispensabile che tutti abbiamo in cucina: il tagliere in legno, un vero e proprio covi di batteri. Ecco come pulirlo.

Pulire accessorio
Tagliere (Canva) Inran.it

Se c’è un articolo che non è mai troppo presente in cucina, sono i taglieri. I taglieri sono indispensabili non solo per mantenere in buono stato il piano di lavoro, ma anche per preparare correttamente carne, pollame, verdure e altro ancora. Un buon tagliere è assolutamente essenziale anche per la sicurezza alimentare.

Per evitare la contaminazione incrociata, dovrete destinare taglieri diversi a compiti diversi: uno per la preparazione della carne, un altro per le verdure, un altro ancora per il pesce. Quindi, imparate a pulire correttamente un tagliere di legno e seguite diligentemente i passaggi riportati di seguito ogni volta che lo utilizzate per evitare la diffusione di germi.

Come pulire il tagliere da cucina

Tavola di legno (Canva) Inran.it

Una volta pulito a fondo il tagliere di legno, non dimenticate di oliarlo. Questo non solo aiuta a mantenere la lucentezza del tagliere, ma può anche prevenire la formazione di crepe. Ecco come pulire e mantenere un tagliere di legno, passo dopo passo. I taglieri in plastica presentano alcuni vantaggi, il principale dei quali è il prezzo. I taglieri in plastica possono essere acquistati per pochi dollari, mentre i taglieri in legno di alta qualità possono costare 70 euro o più.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARGOMENTO: Dormire a bocca aperta: perché succede e come smettere per evitare diversi problemi
I taglieri di plastica non sono porosi, quindi i batteri si depositano sul tagliere e non vengono assorbiti dalla superficie. Tuttavia, i batteri spesso rimangono nei piccoli solchi e nelle cicatrici causate dai coltelli. Fortunatamente, i taglieri in plastica sono abbastanza facili da pulire. Basta metterli in lavastoviglie o lavarli a mano con acqua calda e sapone per piatti.

È sempre consigliabile lavare a mano un tagliere in legno, perché se lo si mette in lavastoviglie può deformarsi o creparsi con il tempo. È inoltre buona norma asciugare subito i taglieri in legno e oliarli regolarmente per mantenerli in buono stato. In cambio della manutenzione extra, si possono ottenere alcuni vantaggi:

I taglieri in legno sono meno scivolosi di quelli in plastica e aiutano i coltelli a durare più a lungo. Inoltre, i taglieri in legno sono una bella aggiunta alla cucina. In definitiva, il dibattito tra taglieri in legno e taglieri in plastica è una questione di preferenze personali, ma se optate per questi ultimi, dovrete imparare a pulire un tagliere in legno nel modo giusto.

Cosa vi serve:

  • Sapone per piatti
  • Spugna o spazzola per piatti
  • Candeggina al cloro
  • Limone (facoltativo)
  • Sale (facoltativo)

Come pulire un tagliere di legno

Sebbene la lavastoviglie sia ideale per pulire e igienizzare la maggior parte degli oggetti della cucina, non si dovrebbe mai mettere in lavastoviglie un tagliere di legno. Questo perché l’acqua può far sì che il tagliere si crepi e si deformi. Queste piccole crepe finiscono per diventare terreno fertile per i batteri che possono causare malattie alimentari. Lavate invece il tagliere a mano dopo ogni singolo utilizzo, seguendo i passaggi indicati di seguito.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARGOMENTO: Tè, come usarlo in modo furbo per stimolare la crescita delle tue piante | Trucco da giardinieri

Lavare con sapone per piatti. Dopo aver gettato i residui di cibo sulla lavagna, sciacquatela con acqua calda. Applicare il sapone per piatti e strofinare con una spugna o una spazzola per piatti. Se si notano segni di coltello, graffi o incongruenze nel legno, strofinare bene quelle aree, poiché i batteri tendono ad annidarsi nelle fessure e nelle crepe delle tavole di legno.
Pulire entrambi i lati.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Assicuratevi di pulire e strofinare correttamente entrambi i lati della tavola, anche se avete usato solo un lato per tagliare. Non dimenticate che i succhi di carne possono colare e contaminare anche l’altro lato. Se la tavola è dotata di una maniglia, lavare anche quella. Risciacquare. Sciacquare entrambi i lati della tavola con acqua calda.
Asciugare. Usate un panno pulito o un tovagliolo di carta per asciugare la tavola, quindi lasciatela asciugare all’aria prima di riporla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.