Conosciuta come Lillà della California è la pianta che colorerà la tua primavera | Cura e coltivazione

Il Ceanothus, o lillà della California, è un vibrante e attraente arbusto da fiore originario dell’America del Nord, che si trova in tutto l’Occidente e cresce spontaneamente.

Come coltivare lillà
Lillà (Canva) Inran.it

Una delle informazioni sul lillà della California è che non si tratta di un vero lillà del genere Syringa, ma produce fiori straordinariamente profumati dalla tarda primavera all’inizio dell’estate.

Nella maggior parte delle regioni, questa pianta è facile da coltivare e non dà problemi. Continuate a leggere per sapere dove piantare il lillà della California e quali cure speciali richiede questa bella pianta. Informazioni sul lillà della California Il lillà della California è disponibile in diverse forme da utilizzare nel paesaggio. Alcune sono cespugli eretti che raggiungono un’altezza di 2-2,5 metri, mentre altre sono piante compatte e basse che raramente superano i 15 cm di altezza.

Lillà della California: come coltivarlo

Lillà californiano
Lillà (Canva) Inran.it

Le piante sono sempreverdi e hanno foglie verdi lucide, da piccole a medie, che accentuano i fiori di colore blu chiaro. Il lillà della California cresce spontaneamente in Oregon, California e Washington e alcune specie si trovano fino al Guatemala. Esistono 12 specie di Ceanothus originarie del Pacifico nordoccidentale.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Queste piante preferiscono terreni asciutti e in pieno sole per ottenere le migliori fioriture. I cervi sono particolarmente ghiotti del lillà della California, quindi è necessario proteggerli se si vive in una zona in cui sono presenti questi animali. Le foglie del Ceanothus sono caratterizzate da tre venature parallele sul fogliame lucido.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO –> I rimedi della nonna per dire addio per sempre alle macchie sulla pelle | Ti basta solo questo trucco

Le piante più grandi hanno margini interi, mentre i cespugli a foglia piccola hanno foglie dentate, quasi simili a quelle di un agrifoglio. Tra le caratteristiche più importanti del lillà della California c’è la sua capacità di fissare l’azoto nel terreno, un vantaggio per il giardiniere e per la natura. I fiori sono la vera attrazione.

La maggior parte di essi sono in grappoli terminali di colore blu intenso, ma alcune forme portano fiori blu più chiari, lavanda o addirittura bianchi. Dove piantare il lillà della California Gli aspetti più importanti nella scelta del sito sono un terreno ben drenante e il pieno sole.

LEGGI ANCHE –> Altro che ceretta: ti serve solo dello zucchero e un altro ingrediente per eliminare i peli in eccesso

l lillà della California si comporta molto male se si trova in un luogo basso che tende a raccogliere l’umidità. Le piante possono prosperare nella maggior parte dei terreni, ma la salute migliore si ottiene mescolando humus organico al terreno per arricchirlo. La scelta è praticamente infinita per quanto riguarda le forme disponibili. È importante scegliere la dimensione giusta per la propria zona, poiché queste piante non amano essere potate.

Per i Ceanothus ad alberello, ci sono Snow Flurry, Ray Hartman e Gloire de Versailles. Gli arbusti medi possono essere Concha, Dark Star o Wheeler’s Canyon. Per una copertura soleggiata del terreno, provate Gloriosus, Centennial o Heart’s Desire. Consigli per la coltivazione del lillà della California Il lillà della California sembra prosperare grazie all’incuria.

Il primo anno va annaffiato regolarmente, ma una volta che si è stabilito, la pianta ha bisogno di acqua solo una o due volte al mese in profondità. In primavera e in autunno, nelle zone con precipitazioni adeguate, la pianta non ha bisogno di acqua. Se i cervi hanno sfiorato la pianta, potatela solo per rimuovere le estremità danneggiate. Evitate potature pesanti, a meno che non ci sia materiale morto da rimuovere.

Tra le informazioni sul lillà della California che abbiamo appreso c’è l’importanza di evitare i fertilizzanti, che questa specie non ama. Sebbene si possa pensare che i fertilizzanti annuali siano una buona idea per le piante, questa è una specie che può effettivamente andare in declino se concimata. Se invece preferite una buona pacciamatura organica intorno alla zona radicale, avrete una pianta più felice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.