Bellissima e letale la “Coda di Volpe”: una delle piante più affascinanti da tenere | Cura e coltivazione

La Coda di Volpe è una pianta tanto bella quanto letale, tra le più affascinanti da ammirare e da avere. Ma come coltivarla e curarla?

cura coda di volpe pianta
Coda di Volpe (Canva – Inran.it)

Questa curiosa pianta deve il suo nome comune ai fiori esotici che sembrano fili di ciniglia, lunghi e soffici che ricordano per l’appunto la coda di una volpe. È originaria del Pacifico meridionale (Nuova Guinea e arcipelago malese), il suo nome scientifico è Acalypha hispida ed è un arbusto tropicale della famiglia delle euforbiacee. È una pianta sempreverde che può raggiungere i 15 metri di altezza e gli 8 metri di larghezza se coltivata in modo adeguato, e può anche essere coltivata in contenitori, dove rimane molto più piccola.

Anche se bellissima è una pianta grassa velenosa in ogni sua parte, perciò servono cure adeguate per un risultato bellissimo e scuro. La particolarità di questa pianta sono le infiorescenze pendule che possono raggiungere anche i 15 centimetri e possono produrre fiori colorati crema verdi, gialli e rossi.

Cura e coltivazione della Coda di Volpe: tanto bella quanto pericolosa

pianta fiori lunghi e rossi
Coda di Volpe (Canva – Inran.it)

Ti potrebbe interessare anche >>> Le piante da interno più belle che puoi coltivare solo con dell’acqua: un tocco chic da non trascurare

La Coda di Volpe è una pianta che ha bisogno di tanta umidità, soprattutto nella sua fase di crescita iniziale e di fioritura il terreno deve essere mantenuto bello irrigato. Tuttavia bisogna sempre fare attenzione che non si creino ristagni, i quali possono creare problemi alla pianta.

Ti potrebbe interessare anche >>> Profumata e bellissima la pianta di Cannella: come coltivarla in casa in pochi step

Inoltre l’Acalypha hispida va concimata circa una volta a settimana, vaporizzando il prodotto apposito in modo abbondante. Quando il freddo lascia alle spalle la stagione primaverile, inoltre, è consigliato potare la pianta e rinvasarla in un contenitore dalle dimensioni leggermente maggiori. I getti che compaiono in fase di potatura si possono usare come talee per creare nuove piante.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Visto la bellezza della Coda di Volpe, è perfetta da mettere all’interno di un’ambiente domestico poiché è anche facile da curare e gestire visto la sa manutenzione minima. Visto che è velenosa, l’unica accortezza rimane quella di non ingerirla, soprattutto per quanto riguarda gli animali domestici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.