Piante in casa: sai davvero come posizionarle al meglio? Scopri subito qualche trucco da non perdere

Piante in casa: come posizionarle al meglio all’interno degli ambienti domestici? Ecco qualche suggerimento per garantirne la sopravvivenza.

Come posizionare piante
Piante (Canva) Inran.it

Oltre a essere belle e decorative, le piante d’appartamento offrono numerosi vantaggi alla vostra casa. Possono essere ottime per rimuovere gli agenti tossici presenti nell’aria attraverso la purificazione dell’aria, le piante da interno possono anche migliorare la salute e migliorare la concentrazione se le piante sono collocate in un ufficio o in un’aula scolastica.

Come ottenere il massimo dalle piante? Uno degli indizi per mantenere le piante d’appartamento felici è la loro collocazione all’interno della casa.

Piante in casa: come e dove posizionarle

Foglie (Canva) Inran.it

Le piante, in generale, possono sopportare climi più o meno caldi e un eccesso o una carenza d’acqua per un breve periodo di tempo. Tuttavia, se volete ottenere il meglio dalle vostre piante, dovrete collocarle in un luogo in cui ricevano acqua e sostanze nutritive nel clima giusto per sopravvivere.ù

LEGGI ANCHE –> Lavatrice: rimane sempre dell’acqua nel cestello? Il motivo potrebbe essere questo | Come risolvere

Come replicare il loro habitat naturale? La nostra guida vi dirà quali piante d’appartamento collocare in quale punto della vostra casa, in modo da ottenere il massimo successo dalle vostre piante d’appartamento! Quali sono le stanze migliori? Tutte le piante d’appartamento hanno una cosa in comune. Hanno tutte bisogno di sole, ma ogni pianta differisce per la quantità di cui ha bisogno.

Non collocate le vostre piante da interno senza pensarci. Solo perché quella pianta si adatta all’arredamento di una certa zona della casa, non significa che sia la migliore per la vostra pianta d’appartamento. Pensate a domande come: quali sono le stanze che ricevono più luce solare in casa mia? In quale direzione sono rivolte le mie finestre? Dove si trovano i miei caloriferi? Qual è la temperatura media della mia casa?

NON PERDERTI ANCHE –> Non tutti lo sanno ma è questa la parte che fa puzzare il bucato in lavatrice | Come risolvere in un lampo

In questo modo inizierete a farvi un’idea di quali siano le aree più adatte per la collocazione delle vostre piante d’appartamento.

Dipende dal tipo di piante

Come già detto, le piante hanno bisogno di sole. Alcune prosperano se ne hanno il più possibile, mentre altre hanno bisogno di un’ombra parziale o totale per la maggior parte del tempo. Ricordate che le piante non hanno bisogno di luce solare diretta in tutte le ore del giorno, perché potrebbe bruciare le foglie e le radici della pianta.

La maggior parte delle piante si accontenta di una finestra esposta a ovest, est o sud. Non cercate quindi di avere troppe piante rivolte verso una finestra a nord. Ci sono naturalmente piante che richiedono un’ombra parziale o totale per gran parte della giornata.

Per esempio, le piante da fiore e da fogliame, come alcune varietà di felce e di giglio, tendono a sopportare bene un minimo di luce solare diretta e di luce artificiale. Quindi, se arretrate di qualche metro la vostra pianta da fogliame dalla finestra esposta a sud, la metterete in una posizione ideale. Se avete finestre esposte a ovest o a est, assicuratevi che la vostra pianta da fogliame rimanga al riparo dal sole di mezzogiorno o quando c’è luce solare diretta nella stanza.

Le piante con foglie grandi, spesse e carnose tendono a stare bene all’ombra. Esempi di piante di questo tipo sono: la giada, il gobbo e la pianta zebrata, solo per citarne alcune.

Cura delle piante

Rispetto al giardino, le piante d’appartamento hanno bisogno di maggiori cure. È sempre meglio fare un po’ di ricerche sulle piante, anche solo per sapere quanto spesso devono essere annaffiate o quale dovrebbe essere il clima desiderato per la vostra pianta d’appartamento.

La maggior parte delle piante d’appartamento si trova bene a circa 20°C, ma alcune prosperano solo a temperature più basse. Ad esempio, i ciclamini preferiscono temperature comprese tra 10 e 15°C; la Cineraria anche più fredde. Se possedete un bonsai o altre piante tropicali da interno, potreste aver bisogno di una temperatura costante di circa 20°C.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Fate attenzione quando posizionate le piante vicino a una fonte di riscaldamento. La maggior parte delle forme di riscaldamento domestico produce un’atmosfera troppo secca per la maggior parte delle piante in vaso. Il riscaldamento centrale in inverno crea un’atmosfera calda ma secca come un deserto. Questa situazione è quasi inospitale per le piante da interno.

Potete spruzzare regolarmente le vostre piante con gocce d’acqua o creare un microclima intorno alle loro foglie raggruppandole o inserendo del muschio tra il vaso e il suo contenitore decorativo. Potrete notare i segnali di allarme quando le foglie saranno secche o scolorite e il terreno sembrerà aver bisogno di essere annaffiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.