Quale e quanta acqua bere per perdere peso? La risposta non è scontata

Dietologi e nutrizionisti consigliano sempre di restare bene idratati: quanta acqua bere per perdere peso, e qual è la tipologia migliore per smaltire i chili in eccesso?

Una donna mentre beve dell'acqua
Una donna mentre beve dell’acqua (Foto Canva – Inran.it)

Quanta acqua bere per perdere peso? E di che tipo? I migliori esperti in ambito nutrizionale suggeriscono di assumere sempre molti liquidi ogni giorno allo scopo di favorire il nostro percorso che ci porterà al dimagrimento. E questa cosa è importantissima e non può essere tralasciata per più motivi.

L’acqua, se presa nella giusta misura ogni giorno, consente infatti di stimolare il metabolismo, che con i suoi processi permetterà tra le altre cose proprio il favorire lo smaltimento dei chili di troppo. In più rimarremo sempre perfettamente idratati, con tanti benefici in più per la nostra pelle. Per fare ciò quanta acqua bere per perdere peso è necessaria?

E poi dicevamo anche che ci sono svariate tipologie di acqua. Per cui è importante conoscere non solo quanta acqua bere per perdere peso ma anche di quale servirsi. Alcune in effetti possono risultare migliori di altre, anche se va detto che è pure il nostro gusto personale a far la differenza.

Quanta acqua bere per perdere peso, quanti bicchieri al giorno e di che tipo

Una donna che ha bevuto dell'acqua da un bicchiere
Una donna che ha bevuto dell’acqua da un bicchiere (Foto Canva – Inran.it)

L’acqua può avere proprietà diverse. Ad esempio c’è quella liscia e quella frizzante, che può essere così o già in natura o perché vede l’aggiunta di anidride carbonica al suo interno per fare le bollicine, mediante appositi procedimenti industriali. Per dimagrire la misura giusta è di almeno due litri al giorno.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARGOMENTO: Se abbini questi alimenti puoi dimagrire senza alcuno sforzo | Incredibile scoperta che ti svolta la giornata

Una quantità che ammonta a circa otto bicchieri al giorno e ci consente di eliminare i liquidi in eccesso per assumerne di nuovi e tenerci bene idratati. Per quanto riguarda le tipologie di acqua esistenti, possiamo prendere in considerazione quelle che seguono:

  • bicarbonata;
  • calcica;
  • oligominerale;
  • solfata.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARGOMENTO: Oggi ti parlo di “ginnastica dolce”: il rimedio per tenersi in forma a qualsiasi età e senza sforzo

Noi siamo soliti fare una distinzione prettamente tra acqua con e senza le bollicine. Ma ci sono delle differenze che riguardano ad esempio il contenuto di calcio o di sodio, e la stessa misura di CO2 presente all’interno. Tutte caratteristiche che è possibile notare all’assaggio e che a volte hanno anche uno scopo ben preciso.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARGOMENTO: Dieta per pigri: così perdi peso senza nemmeno accorgertene | Il sistema grandioso

Non solo per dimagrire: l’acqua aiuta contro determinati disturbi

Infatti può essere un medico a consigliarci l’assunzione di questa o di quella tipologia di acqua, a seconda delle nostre esigenze.

Cosa che può avvenire per mitigare gli effetti di una condizione di salute che bisogna correggere. E poi alcuni tipi di acqua hanno degli effetti ben specifici. Come quella solfata per esempio, che risulta essere leggermente lassativa oltre che antinfiammatoria.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Quella bicarbonata invece è adatta a calmare il mal di stomaco, mentre quella calcica corregge alcune problematiche che riguardano l’apparato digerente, ad esempio l’intolleranza al lattosio.

Ed è solitamente consigliata alle donne che stanno portando avanti una gravidanza. E per chi cerca un’acqua che sia povera di sali, l’ideale è bere tutti i giorni dell’acqua oligominerale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.