Metti delle piantine sotto una teca di vetro e poi curale così: avrai degli oggetti unici in casa

Il segreto per delle piante splendide dentro e fuori casa? Curarle all’interno di una teca di vetro seguendo questi consigli!

Piantine come curarle
Piantine (Canva) Inran.it

La semina al coperto riguarda tutte le piantine preparate prima di aprile. Infatti, sarebbe troppo presto per seminare all’aperto e le piante rischierebbero di congelare… quindi la semina al coperto è la chiave di volta.

Scegliete un punto del giardino dove la temperatura è più calda. Per chiarire, di solito si tratta di un punto in cui il terreno prende il sole da mezzogiorno a pomeriggio. I fiori da bulbo sbocciano prima in primavera. Costruite un riparo sul posto, vedi sotto. Non deve essere molto alto, va bene l’altezza delle caviglie o delle ginocchia. Ecco tutti i consigli da seguire!

Come curare delle splendide piantine indoor

Curare germogli
Germogli (Canva) Inran.it

Preparate il terreno. A questo scopo, una miscela di terriccio per piantine con l’aggiunta di perlite migliorerà il drenaggio e la circolazione dell’aria. È uno dei modi per preparare il terreno contro l’inumidimento delle piantine. Dopodiché, seminate i vostri semi con il metodo della semina su vassoio. Un semplice termometro nell’angolo in ombra vi dirà se è necessario isolare di più la notte o aprire e ventilare nelle giornate più calde.

LEGGI ANCHE: Questo fiore sconosciuto è così bello da togliere il fiato: devi averlo anche tu

Che tipo di copertura è meglio usare? L’obiettivo è quello di mantenere le temperature calde all’interno dell’area coperta, lasciando entrare quanta più luce possibile.

Ripari di tipo a serra

Sfruttano l’effetto serra per trattenere il calore dai raggi solari. I lati possono essere in vetro, plastica, legno… Anche i blocchi cavi o i mattoni sono ottimi. Ovviamente, la parte superiore deve essere trasparente. Il vetro o la plastica sono perfetti. Alcuni tipi di coperture in materiale composito lasciano passare la luce, come quelle utilizzate per gli addossati o i giardini d’inverno.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Una vecchia finestra nel suo telaio è una buona opzione. È sicura da montare e da fissare ai lati. Anche le cassette di plastica trasparenti o traslucide sono ottime. Il loro coperchio ha già le dimensioni perfette, sono leggere e facili da spostare. Cercate di inclinare la parte superiore della serra in modo che la superficie sia rivolta verso il sole di mezzogiorno. In questo modo si massimizza l’ingresso della luce. Naturalmente, esistono numerose serre di grandi dimensioni che possono servire allo stesso scopo di questa semina coperta.

Isolamento per le notti fredde

Lungo i lati, l’isolamento aiuta a trattenere il calore. Anche se è una seccatura, nelle notti fredde tenete una lastra di isolante per coprire la mini-serra. Al mattino, toglietela. Un telone, ad esempio, può fare al caso vostro, soprattutto se rivestito di pluriball. Facile da aprire e chiudere. Il riparo deve essere facile da aprire e chiudere. Infatti, nelle giornate molto calde, le temperature potrebbero salire troppo. Le piantine potrebbero arrostirsi! In questo caso, basta aprire il riparo di una fessura per far defluire il calore in eccesso.

LEGGI ANCHE: La Gerbera è una delle piante da fiore più belle: come curarla al meglio

Per quanto tempo le piante devono essere protette con le coperture? La semina sotto copertura consente alle piante di iniziare circa un mese prima di quanto farebbero naturalmente se fossero seminate all’aperto nell’appezzamento. Quando i semi non coperti germogliano naturalmente, è possibile aprire sempre la copertura e iniziare a spostare le piantine all’esterno. A questo punto, ecco alcune note su come trapiantarle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.