Non devi solo innaffiare: tutte le piante a cui serve vaporizzare le foglie per crescere al meglio

Non tutti lo sanno, ma alcune piante non vanno solo annaffiate ma le devi anche nebulizzare: il trucchetto per farle crescere sane e forti.

vaporizzare acqua piante
Persona che vaporizza le foglie di una pianta (Canva) – Inran.it

Avere delle piante in casa è sicuramente un valore aggiunto alla tua casa e agli ambienti. Le piante sono belle ed anche utili in casa in quanto ce ne sono molte che possono aiutarti a risolvere anche parecchi problemi. Ad esempio, ce ne sono alcuni tipi che depurano l’aria, altri che diffondono un ottimo profumo in casa, altre ancora che allontanano gli insetti e così via. Insomma, ce ne sono di ogni tipo, forma ed utilità. Le piante non hanno dunque una mera funzione ornamentale, devi dunque prestare attenzione a curarle come si deve. Non si tratta “solo” di innaffiare le tue piante o assicurarti che prendano un po’ di luce, ci sono alcune piccole accortezze che devi adottare se vuoi che crescano sempre sane e forti. Per questo oggi, ho deciso di svelarti un trucchetto che in pochi conoscono. Scopri subito di cosa si tratta e mettilo in pratica, vedrai fin da subito una grandissima differenza.

Devi nebulizzare questo tipo di piante se vuoi che crescano in modo incredibile, ricordalo!

vaorizzare piante
Una piccola pianta che viene nebulizzata con uno spruzzino (Canva) – Inran.it

Nebulizzare le piante è una cosa semplicissima da fare. In pratica, devi solo versare un po’ di acqua in un flacone con lo spruzzino spray e poi spruzzare l’acqua sulle foglie delle piante. Alcune specie hanno bisogno quindi anche di essere vaporizzate e non solo innaffiate.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO CONTENUTO: Metti uno spicchio di aglio in vaso e poi fai così: avrai una pianta tutta tua

Quando nebulizzi le piante, le aiuti a mantenere un elevato tasso di umidità che alcuni esemplari necessitano. Vaporizzare le foglie aiuta quindi a ricreare un habitat adatto alla loro crescita sana e rigogliosa. È quindi importantissimo sapere a quali pianti va riservato questo trattamento ed anche come e quando farlo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO CONTENUTO: Il freddo non le spaventa: le piante migliori che sopportano tutto, anche le tempertature estreme

Le piante tropicali sono quelle che necessitano di più della nebulizzazione. Quindi devi sempre vaporizzare un po’ di acqua sulle orchidee, su piante di filodendro, fittonia, spatifillo, begonia, palme e molte altre che appartengono alla stessa categoria. La particolarità di queste piante è che hanno bisogno di molta umidità per crescere bene e dunque devi vaporizzare spesso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO CONTENUTO: Piante esotiche: belle e particolari, sono un must have | Ti insegno il metodo per farle fiorire al massimo

In estate, bisogna nebulizzare le piante almeno un paio di volte alla settimana e preferibilmente al mattino presto. Anche in inverno devi nebulizzare le piante, ma puoi scendere ad una volta al mese. Infine, nelle stagioni intermedie, quindi in autunno e in primavera, devi nebulizzare solo una volta ogni due settimane o solo quando le temperature superano i 20°C.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Le piante invece da non vaporizzare mai sono, in genere, quelle che non amano l’umidità, ma ambienti più secchi. Ci sono comunque delle eccezioni, in quanto, pur prediligendo un ambiente umido, potrebbero rovinarsi con la nebulizzazione. Non devi dunque nebulizzare i cactus, le piante succulente, mangiafumo, photos, gynura, yucca ed anche tutte quelle piante che presentano una sorta di peluria sulle foglie.

Aurora De Santis

Impostazioni privacy