Come rinnovare i mobili in modo facile, veloce ed economico: il trucco che cercavi

Vediamo come rinnovare i mobili, cambiando look a infissi, piastrelle, superfici in legno e in metallo: i materiali da utilizzare.

prodotto rinnovare superfici casa
Pittura per pareti (Canva) – Inran.it

Per dare nuova vita alla casa non per forza bisogna darsi a una ristrutturazione approfondita. È possibile rinnovare le varie superfici grazie all’impiego di alcuni materiali. Il fai da te è un modo per sfogarsi, per rilassarsi, per mettere in evidenza la propria creatività. Possiamo sfruttare prodotti e materiali di ultima generazione, facili da usare e spesso neanche troppo dispendiosi.

Tra i numerosi prodotti che si possono sfruttare, ad esempio, troviamo la resina decorativa a base di acqua, un prodotto eccezionale per rinnovare l’intera casa, dai mobili in legno a quelli in metallo, dai pavimenti in ceramica agli infissi in PVC. Vediamo come impiegarla per stravolgere il look alla nostra abitazione. Cosa fare?

Come impiegare la resina decorativa a base di acqua per rinnovare casa

rinnovare casa resina decorativa
Dipingere un mobile (Canva) – Inran.it

Prima di tutto, occorre preparare il sottofondo per accogliere meglio il nuovo rivestimento, quindi stuccare se ci sono crepe o buchi, levigare se ci sono rilievi, e così via. Basta passare la prima mano di resina utilizzando un piccolo rullo, cercando di ottenere una superficie liscia e omogenea. Possiamo rivestire qualsiasi oggetto in casa, come librerie, scaffali, sedie, tavoli, infissi, armadi. Insomma, tutto quello che desideriamo.

DAI UN’OCCHIATA A QUESTO ARTICOLO → Scatole delle scarpe: guai a gettarle via | Come riciclarle in modo furbo

La resina deve essere diluita con acqua, come suggerito dalle istruzioni, dopodiché si lascia asciugare. Una volta asciutta, possiamo carteggiare per migliorare la situazione. Se stiamo trattando del legno grezzo, meglio carteggiare sia prima che dopo, lisciando tutta la superficie.

DAI UN’OCCHIATA A QUESTO ARTICOLO → Non chiamare il muratore: se trovi delle crepe nel muro, puoi risolvere in questo modo geniale

Per far aderire bene la resina, meglio passare prima un panno inumidito con preparatore organico, un prodotto apposito per la pulizia e inassorbente. La resina attaccherà perfettamente sin dalla prima passata, ma se necessario, si può passare una seconda volta.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Se si ta trattando un materiale in ferro, come una ringhiera o un cancello, prima di tutto deve essere tolta tutta la ruggine accumulata e la verniciatura rovinata. Bisogna ripulire tutta la superficie, passare l’antiruggine e lasciare asciugare una giornata intera. Anche gli infissi si possono carteggiare, pulendo alla perfezione tutta la superficie.

DAI UN’OCCHIATA A QUESTO ARTICOLO → Facili e carinissimi questi fermaporta fai da te: come crearli nel giro di qualche minuto

Per rendere più agile l’operazione, sarebbe meglio smontare le ante e poggiarle su cavalletti. Per quanto riguarda le piastrelle, invece, meglio tappare i buchi con lo stucco o con il silicone, pulire la superficie e passare un panno inumidito con preparatore organico. La resina si può applicare sia con pennello, sia con il rullo, sia con il dosatore a spruzzo.

Impostazioni privacy