Albero di Ciliegio: qual è il periodo migliore per la potatura e come farla per non rovinare tutto

Qual è il periodo migliore per procedere alla potatura dell’albero di ciliegio? Ma soprattutto, come si fa? Di seguito tutte le risposte.

come potare l'albero di ciliegio
Albero di ciliegio (Canva – Inran.it)

Tutti gli alberi da frutto devono essere potati e i ciliegi non fanno eccezione. La potatura è fondamentale per garantire un accesso migliore alla luce del sole, per l’aerazione, ovvero permettere ai canali luminosi di penetrare nell’albero, per consentire una migliore crescita dei frutti, una maggiore facilità di raccolta e la possibilità di combattere o contrastare le malattie.

In sostanza, quando si pota un ciliegio, gli si permette di sviluppare una forma corretta, produrre frutti di qualità e rimanendo complessivamente più sano. Un albero di ciliegio sano e in buona salute è bellissimo da vedere e migliorerà la qualità del proprio giardino. Difatti è uno degli alberi più in voga negli esterni delle case e quindi vediamo come e quando prendersene cura.

Come e quando eseguire una potatura all’albero di ciliegio

come potare piante da frutto
Potare (Canva – Inran.it)

La potatura del ciliegio non è impegnativa ma è necessaria affinché cresca sano e forte. Inoltre va eseguita con molta attenzione poiché l’arbusto è molto sensibile ai tagli, soprattutto se drastici. Ecco perché meglio fare piccole potature quando sono necessarie per evitare una perdita di produzione o la comparsa di infezioni fungine che possono provocarne anche la morte.

Ti potrebbe interessare anche >>> Attenzione a questo retroscena: se vuoi delle piante carnivore forti e sane devi fare così

Al contrario della maggior parte delle piante da frutto, il ciliegio preferisce una potatura verde, ovvero quella che avviene durante i mesi più caldi (fine primavera ed estate). L’estate permette ai rami tagliati di cicatrizzare più in fretta e contrasta l’insorgenza di malattie che mettono in pericolo il ciliegio. Ma come potare questa pianta? Si possono dividere in due gruppi, in base alle sue principali fasi della vita.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Per il ciliegio giovane, periodo che va dalla sua prima messa a dimora fino al quarto anno, nel suo primo anno bisogna evitare qualsiasi potatura o al massimo limitarsi a qualche piccolo taglio in modo da dare una forma più ordinata alla chioma. Dal secondo anno di vita in poi, è necessario iniziare a praticare la potatura d’allevamento (o di formazione), questo procedimento serve a dare forma a tutta la pianta e a renderla pronta per produrre i suoi frutti. Spuntare specialmente i rami più lunghi o quelli che escono eccessivamente dalla chioma ed eliminare le piccole ramificazioni secondarie che stanno per intrecciarsi. La potatura d’allevamento può essere fatta fino al quarto anno di vita.

Ti potrebbe interessare anche >>> Come coltivare a casa le Bacche di Goji: poche mosse ed avrai una piantina tutta tua

Per il ciliegio adulto, periodo dal quinto anno di vita in poi, il ciliegio diventa adulto e ha ormai raggiunto una forma definita. Per questo necessita di una potatura meno profonda, ovvero di una potatura di produzione effettuata di solito a settembre, quando non produce più frutti. La tecnica da usare è quella del taglio di ritorno, basta individuare un ramo vecchio e improduttivo che ha formato una ramificazione secondaria e appena sopra alla congiunzione dei rami eseguire un taglio netto in modo che il ramo secondario diventi quello primario.

Impostazioni privacy