Ecco perché le piante grasse cominciano a diventare rosse: succede una cosa da non credere

Sai perché le piante grasse in alcune occasioni possono diventare rosse? Ecco cosa devi sapere in merito al loro cambiamento di colore.

Piante grasse diventano rosse
Piantine grasse con punte rosse (Canva) -Inran.it

Tantissime sono le tipologie di piante grasse, queste hanno la capacità di immagazzinare e trattenere importanti quantità di piante. Moltissimi amano tenerle in casa come splendidi complementi d’arredo, con la loro bellezza infatti donano un toco in più all’ambiente.

Sono amate non solo dagli appassionati del giardinaggio ma anche da coloro che sono alle prime armi, molte di loro infatti non necessitano particolari cure e attenzioni. Tra le specie che riescono a trattenere più acqua vanno menzionate le crasulacee, le  aizoacee, le euforbiacee e molte altre ancora.

In certi casi le piante grasse possono diventare rosse, se è successo anche a te ti sei mai chiesto perché succede? Se vuoi saperne di più continua allora a leggere i paragrafi successivi, ciò che accade è una cosa da non credere.

Ecco perché le piante grasse possono diventare rosse, il motivo ti stupirà non poco

Pianta grassa rossa motivo
Pianta grassa tendente al rosso (Canva) -Inran.it

Anche le piante sono soggette a cambiamenti estetici, il loro colore cambia a causa di una specifica condizione, che il più delle volte non è affatto positiva. Di che si tratta? Succede per via della loro condizione e dell’ambiente.

Solitamente la pianta grassa diventa rossa in presenza di alcuni specifici fattori che sono tendenti allo stress, dunque indica una situazione di criticità. Da questo punto di vista gioca un ruolo fondamentale la temperatura, queste piante infatti sono abituate a climi caldi, perlopiù aridi. Quotidianamente hanno bisogno di ricevere luce solare, almeno quattro ore al giorno, in caso contrario tendono a rovinarsi. Però non è detto che il colore rosso indichi sofferenza, per alcune specie infatti sono sinonimo di ottima salute.

Il colore rosso si può manifestare anche quando si annaffia eccessivamente la pianta, infatti esprime il suo malessere con un cromatico cambiamento. Al contrario, se il colore tende al grigio indica un segnale di stress climatico e può succedere a causa di invasive correnti d’aria o rinvasi troppo frequenti.

Se la tua pianta grassa ha cambiato colore non devi però commettere l’errore di pensare che sta morendo e che non c’è più nulla da fare, perché nella maggior parte dei casi è possibile rimediare. Come? Una cosa che solitamente aiuta a risolvere il problema è fare attenzione alla temperatura, assicurati infatti che non sia inferiore ai 20 gradi e superiore ai 30 gradi.

Mettendo in pratica queste piccole ma fondamentali accortezze la pianta grassa resterà in ottima salute e non tenderà a cambiare colore. Come è stato già detto la maggior parte delle specie non hanno bisogno di particolari e difficili attenzione, però per evitare che si danneggino a causa di comportamenti sbagliati devi sapere bene come prendertene cura.

SE NON VUOI PERDERTI I NOSTRI AGGIORNAMENTI, PUOI SEGUIRCI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL: TELEGRAMINSTAGRAM e TIKTOK

Tenere le piante grasse all’interno dell’appartamento è molto importante, in molti infatti non sanno che oltre ad essere belle da vedere apportano anche notevoli benefici alla salute. Queste infatti hanno svolgono la funzione di eliminare gli organici componenti e le tossine che solitamente sono presenti nell’aria rendendola più pulita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.