Gelato alla frutta fatto in casa: sano, goloso e sfiziosissimo | La ricetta

Come preparare un gelato alla frutta fatto in casa perfettamente salutare e che non faccia ingrassare. È molto facile ed anche economico.

Un gelato alla frutta fatto in casa è proprio quello che ci vuole, in estate così come in tutte le altre stagioni. Quando è buono non esiste temperatura ideale per gustare una bella coppetta di un qualcosa che abbiamo preparato noi con le nostre mani.

Cosa c'è nel gelato alla frutta fatto in casa?
Del gelato all’avocado (Canva – inran.it)

Il gelato alla frutta fatto in casa può essere personalizzabile impiegando diversi ingredienti allo scopo di avere un certo risultato finale. Il riferimento è ovviamente proprio alla frutta che sceglieremo e che ci piacerà di più. Sarà possibile fare ricorso a qualunque tipo. Dalle fragole ai frutti di bosco passando per le varie mele, albicocche, ciliegie e molto altro.

Gelato alla frutta fatto in casa, come prepararlo

Il nostro gelato alla frutta fatto in casa poi sarà anche salutare perché ne andremo a preparare uno seguendo una ricetta capace di ridurre l’impatto calorico che la sua assunzione comporta. E ad ogni modo si tratta sempre di un qualcosa di comunque più salutare rispetto ai gelati confezionati che possiamo acquistare ovunque.

Cosa c'è nel gelato alla frutta fatto in casa?
Gelato alla prugna (Canva – inran.it)

Per certi versi poi pure il gelato artigianale delle gelaterie ha qualche componente costituita da additivi e coloranti aggiunti. Perciò se proprio volessimo gustare qualcosa di genuino allora la soluzione migliore sarà prepararcelo con le nostre mani.

Quel che ci serve è qui riportato:

  • 150 o più grammi di frutta di nostra scelta (dipende dalla quantità che intendiamo preparare);
  • 70 ml di latte vegetale (tenete presente che per 500 g di gelato servono 250 ml di latte vegetale).

Basta. Non serve alto, tanto meno lo zucchero. Il nostro gelato fatto in casa sarà perfettamente salutare, ottimo da associare anche ad un qualsiasi tipo di dieta. Non dovremo fare altro che sciacquare la frutta sotto acqua corrente fredda, asciugarla tamponandola come si deve con un panno pulito e sbucciarla od eliminando l’eventuale picciolo presente.

In che modo personalizzare la nostra ricetta

Se ci dovesse servire un valido addensante naturale allora potremo impiegare una banana, che è sempre un frutto prezioso e dalle mille risorse. Darà al nostro gelato anche un retrogusto capace di caricare in maniera ulteriore il sapore del gelato. Per la preparazione, il giorno prima riduciamo a pezzetti tutta la frutta (banana compresa) e riporla in congelatore in contenitori o sacchetti adeguati.

Cosa c'è nel gelato alla frutta fatto in casa?
Una coppa di gelato al limone fatto in casa (Canva – inran.it)

All’indomani poi frulliamo tutto quanto insieme ed incorporiamo il latte, che pure può essere di nostra scelta purché non intero (è molto più grasso altrimenti) o scremato (non farà legare bene tra loro le componenti). Quando otterremo la consistenza desiderata – molto simile a quella dello yogurt – riponiamo infine in congelatore.

Poi potremo recuperare il nostro gelato dopo già circa tre ore. E possiamo anche unire della ulteriore frutta fresca tagliata a pezzettoni al momento. Inserendo quanto preparato in appositi stampi potremo infine anche dare vita a dei ghiaccioli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.