Cos’è e perché si usa un tutore terapeutico: tutto ciò che devi sapere

Bisogna essere preparati nel caso tu abbia bisogno di indossare un tutore terapeutico, vorrei quindi mostrarti come e in quali casi si usa.

Purtroppo nella vita può capitare a tutti di dover subire un intervento, di essere vittima di un incidente o di essere predisposti a determinate malattie. Se però hai bisogno di chiamare la guardia medica non farti trovare impreparato, poiché questa regione ha deciso che il servizio sarà a pagamento.

tutore dita
Tutore per supporto (Canva – Inran.it)

Per fortuna però la scienza ci da modo di affrontare le peripezie con i giusti strumenti. Vorrei infatti parlarti del tutore terapeutico, quest’ultimo viene utilizzato nel caso in cui un’articolazione subisca una lesione importante, una frattura o uno shock per sostenerla. Il tutore tiene quindi ferma e al sicuro la zona interessata, dando così modo all’articolazione di poter guarire in tempi più brevi.

In effetti se è presente una lesione e non si utilizza alcun tipo di sostegno, è probabile che questa non guarisca velocemente e per di più potrebbe non guarire mai del tutto. Il tutore terapeutico ha quindi una funzione essenziale, essendo un dispositivo medico terapeutico necessario in molte situazioni.

Tutore terapeutico: come si usa e quanto costa

Ora che sappiamo lo scopo del tutore, è fondamentale capire anche come si usa. In commercio esistono molti tipi diversi di tutori, questi sono infatti pensati per essere pratici e studiati per ottenere il risultato migliore nella giusta circostanza. Inoltre sai come prevenire e trattare una frattura alle ossa? Troverai tutto ciò di cui hai bisogno in questo articolo.

tutore polso
Infermieri che indossano un tutore (Canva – Inran.it)

Esistono tutori per mani e polsi, spalle, gomiti, caviglie, per sorreggere il torace, per il bacino, per il collo e addirittura anche per le dita. La consistenza e il materiale può cambiare anche notevolmente in base alle esigenze, infatti esistono tutori rigidi, semi rigidi, elastici e anche morbidi. Indossare un tutore è generalmente molto facile proprio per via della loro natura, sono studiati per aderire perfettamente al corpo, in modo da essere intuitivi e versatili.

tutore gesso
Farmacista in cassa (Canva – Inran.it)

Anche il costo può variare notevolmente e questo viene influenzato da diversi fattori come: materiale, qualità, tipo di tutore e così via. Per esempio il prezzo per un tutore per mani e polsi può oscillare dai 20 ai 40 euro, mentre quelli per il ginocchio hanno un costo che si aggira tra i 30 e i 150 euro. In alcuni casi potresti aver bisogno di un Day Surgery, ma di cosa si tratta e come poter accedere a questo servizio?

Essendo quindi il costo relativo al prodotto che si sceglie e di cui si ha bisogno è difficile fare una stima generale sul costo dei tutori, è quindi fondamentale indagare e scegliere insieme al medico quello che più si addice al caso tuo.

Nicolas De Santis

Impostazioni privacy