Ogni quanti giorni andrebbero lavati i capelli per mantenerli in salute

La salute dei capelli e del cuoio capelluto è fondamentale, ma ogni quanto lavare la chioma: tra credenze e falsi miti, i consigli utili.

Ragazza con i capelli insaponati
Ogni quanti giorni andrebbero lavati i capelli per mantenerli in salute (Inran.it)

Per mantenere la chioma in salute, occorre utilizzare i giusti prodotti e fare attenzione al numero di lavaggi. Sfoggiare bei capelli è importante, ci fa sentire bene, si fa stare a proprio agio. C’è chi sogna di avere una chioma riccia e luminosa, chi una chioma liscia e morbida. Insomma, la cura dei capelli e del cuoio capelluto è importante per la nostra psiche, ma anche per vivere nella società.

Sul web, tra i consigli per una routine di lavaggio, si leggono tantissime informazioni, spesso fuorvianti. È difficile farsi largo tra credenze e falsi miti, e ad alimentare queste credenze ci sono anche le aziende, che devono vendere i loro prodotti magici per risolvere ogni tipo di problema. Ecco qualche semplice consiglio per migliorare la salute dei capelli.

Salute dei capelli, ogni quanto lavarli e come mantenerli puliti e forti

Uomo e donna lavano i capelli
Uomo e donna lavano i capelli (Inran.it)

In commercio esistono una marea di prodotti di bellezza per la cura della chioma, dalle caramelle alla biotina agli spray anti-rottura, dalle gocce per rinforzare il bulbo e le radici fino alla creme ristrutturanti. Senza contare gli shampoo di ogni genere, specifici per contrastare determinati problemi. A proposito di shampoo, ecco come prepararne uno naturale per avere capelli splendenti.

Tuttavia, a incidere sul benessere del capello sono anche i lavaggi. La frequenza secondo la quale lavare i capelli è un tema ampiamente dibattuto. Tante persone pensano che lavare i capelli con frequenza, magari ogni giorno, faccia male, c’è chi invece afferma che bisogna lavarli solo due volte alla settimana.

Insomma, le opinioni sono disparate. Secondo gli esperti, i capelli crescono più velocemente con il cuoio capelluto pulito. Un cuoio capelluto pulito e ovviamente sano diventa terreno fertile per i follicoli piliferi, e permette di generare capelli forti e sani.

La frequenza nel lavare i capelli, alcuni falsi miti da sfatare

Gli oli della pelle, il sebo, il sudore, le cellule morte, ostacolano la crescita dei capelli e non fanno respirare la pelle del cuoio capelluto. Dunque, occorre lavarsi regolarmente, anche per evitare accumulo di batteri. Chi ha il cuoio capelluto grasso, può e deve lavare i capelli anche ogni giorno. Shampoo solido: in estate è la migliore soluzione, il motivo.

La frequenza dipende dalla persona e dal tipo di pelle. Non tutte le persone hanno necessità di lavare i capelli ogni giorno. Solitamente, i capelli fini e lisci si devono lavare con più frequenza rispetto a quelli ricci. Tra le false credenze c’è quella che, se si utilizza troppo di frequente lo shampoo, cadono i capelli. Si tratta di un concetto sbagliato. Migliori shampoo per capelli ricci: 5 prodotti consigliati.

Lavare i capelli spesso non causa alcuna perdita di capelli, lo shampoo non ha alcuna responsabilità sulla caduta. Ovviamente, occorre utilizzare un buono shampoo, delicato, non aggressivo, adatto per il tipo di capelli. Inoltre, non bisogna lasciarlo in testa per troppo tempo. Prodotti a base di biotina o di caffeina stimolano la crescita della chioma.

Ma i capelli si possono nutrire anche usando vitamine e minerali (tra cui la biotina, appunto). Inoltre, è sempre consigliabile non usare laccetti troppo stretti o altri accessori che tirano i capelli, e neanche fare acconciature particolari troppo spesso, così come è sempre bene non abusare di piastre e di non dormire su federe di seta, che creano l’effetto crespo. Lavarsi i capelli senza utilizzare lo shampoo per diversi giorni, cosa accade?.

Impostazioni privacy