Agopuntura per dimagrire: è davvero efficace?

113

L’agopuntura corrisponde ad una pratica piuttosto antica di derivazione orientale, che può anche svolgere un’azione benefica sul dimagrimento. In poche parole, degli aghi decisamente sottili vengono inseriti all’interno del corpo in punti ben specifici con l’intento di ridare nuovo equilibrio al benessere complessivo del paziente e stimolarlo. L’agopuntura per dimagrire funziona o meno? Cerchiamo di scoprirlo insieme.

Come funziona l’agopuntura per dimagrire

Come funziona l’agopuntura per dimagrire

Sulla mappa del corpo che si usa per effettuare l’agopuntura ci sono ben 365 punti focali su cui si può operare per garantire il più totale benessere al corpo. Ogni punto si trova su dodici canali che vengono costantemente attraversati dal sangue e dall’energia e vengono chiamati meridiani. A questi si devono anche aggiungere gli otto punti chiamati fuori meridiano.  Quando viene fatta in maniera onesta, l’agopuntura considera da 5 fino a 20 punti in contemporanea. Ci sono diversi canali che devono essere stimolati in modo adeguato per fare in modo di portare alla riduzione di peso. Si tratta del canale dello stomaco, in maniera tale a regolare il consumo di cibo anche quando non si ha fame, il canale del rene, per rimuovere tossine e tenere sotto controllo la ritenzione idrica, il canale delle ovaie, per gestire l’incremento di peso durante la menopausa, il canale della tiroide legato alla stimolazione del metabolismo, il canale delle orecchie per ottenere un equilibrio relativo agli attacchi di fame e il canale dei polmoni, utile per ridurre la dipendenza rispetto a certi cibi.

L’agopuntura per dimagrire è efficace?

L’OMS (ovvero l’Organizzazione Mondiale della Sanità) ha dato valore all’agopuntura e ha stilato un elenco di tutte quelle patologie che possono ottenere effetti positivi tramite questa tecnica. Ovviamente, l’agopuntura deve essere accompagnata da opportune terapie dietologiche, in maniera tale da poter contrastare adeguatamente l’obesità e il peso in eccesso. L’agopuntura è in grado di trasmettere adeguati stimoli per combattere il metabolismo, riportandolo ad un funzionamento normale. Giusto per fare un esempio, l’agopuntura è in grado di andare a stimolare l’incremento delle endorfine che permette un migliore metabolismo dei lipidi. Il risultato finale è quello di andare a muovere le energie rispetto alle concentrazione di grasso. Un altro effetto benefico che è in grado di garantire l’agopuntura è quello di garantire una buona riduzione della cellulite. Infatti, gli aghi vanno a stimolare tutti quei punti correlati alla milza, al fegato, ai reni e al pancreas, in maniera tale da portare alla rimozione delle tossine e dei liquidi presenti in quantità eccessive mediante la diuresi.

Come si svolgono le sedute

Come si svolgono le sedute

La prima cosa da fare è quella di rivolgersi ad un centro specializzato e soprattutto sicuro. Fate affidamento sempre e solo su medici che hanno l’abilitazione a tale professione e non persone che esercitano tale tecnica senza alcun tipo di attestato.  Tutti i vari agopuntori che sono autorizzati hanno quantomeno una specializzazione legata alla terapia del dolore e hanno un’adeguata formazione alle spalle. Non ci sono effetti collaterali legati all’agopuntura e nemmeno sensazione di dolore. Nel caso in cui venga eseguita in modo corretta, non ci sono particolari rischi connessi. La durata di ogni seduta si aggira intorno ai sessanta minuti e comprende anche colloquio e visita generale.

Quanto costano le sedute

Ciascuna seduta di agopuntura per dimagrire ha un costo che varia tra i 100 e i 150 euro. Nella maggior parte dei casi, dopo la prima seduta il costo può scendere fino ad arrivare anche ai 70 euro per seduta. Chi ha intenzione di ottenere dei risultati significativi per quanto riguarda la perdita di peso, deve mettere in conto almeno una decina di sedute. Ecco spiegato il motivo per cui un trattamento di agopuntura può costare sui 1000 euro. Si tratta di importi che si possono comunque dedurre dalle tasse e vengono rimborsati spesso anche dalle compagnie di assicurazione.

Gestire il peso con l’agopuntura durante la gravidanza

L’agopuntura è una di quelle tecniche che possono tornare decisamente utili anche per tutte quelle donne in gravidanza, dal momento che non prevede di assumere alcun farmaco o prodotto. L’agopuntura può essere utile non solamente per dimagrire, ma anche per trattare degli stati di depressione o per rendere meno intensi sensi di nausea e dolori che colpiscono la schiena. Alleviare sia l’ansia che lo stress durante la gravidanza è molto utile anche per consentire di non mangiare troppo e, di conseguenza, evitare di aumentare il proprio peso corporeo.