Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Boletus Aereus: caratteristiche e usi in cucina

Conosciuto con il più semplice nome di porcino nero, il Boletus Aereus è uno dei funghi commestibili più ricercati. La sua carne è piuttosto soda ed emana un profumo gradevole che delizia anche le papille gustative più esigenti.

boletus aereus
Il boletus aereus è considerato uno dei funghi più pregiati.

Il Boletus Aereus si trova principalmente nei boschi dell’Europa meridionale, raramente si può scorgere anche in Irlanda e in Gran Bretagna, verso le aree del Sud. Si trova comunemente nelle radure boschive, nei pressi di una quercia o di un faggio. Tende ad apparire in piena estate.

Fa parte della famiglia dei boleti e, come tale, sono funghi ectomicorrizici. Ciò significa che formano un rapporto mutualistico con le radici di alberi e arbusti. I Boletus Aereus aiutano l’albero a ottenere l’umidità e i minerali di cui ha bisogno dal terreno, in cambio l’apparato radicale della pianta trasporta i prodotti della fotosintesi, nutrienti ricchi di energia, al micello fungino.

Si tratta di una collaborazione utile per tutti. Ma sebbene la maggior parte degli alberi possa sopravvivere senza i Boletus Aereus, non si può dire lo stesso di questi ultimi. Infatti, i funghi non compariranno nelle zone aperte.

Etimologia e storia

boletus aereus fungo

Il nome generico del fungo, Boletus, deriva dal greco ‘bolos’, che significa ‘grumo di argilla’. L’origine dell’epiteto ‘Aereus” è invece latino e significa ‘bronzo’. Nel 1789 è Jean Baptiste Francois Pierre Bulliard a dare il nome a questa particolare e interessante specie fungina.

Boletus Aereus: guida identificativa

boletus aereus habitat

Cappello

Inizialmente, si presenta con una base liscia che si espande in una superficie finemente granulare. Ha un colore marrone scuro e un diametro che varia dai 7 ai 20 centimetri. Ai bordi il colore diventa di un bel marrone rossastro, di una sfumatura più lieve rispetto al centro. Al taglio, la carne del Boletus Aereus rimane bianca o leggermente violacea.

Estremità

Presentano un colore bianco crema che si intensifica in un giallo brillante somigliante allo zolfo. Con l’avanzare dell’età del fungo, i pori si colorano di ruggine. Al taglio, cambiano colore e sviluppano una cromatura vinacea.

Stelo

Il reticolo marrone è visibile sullo sfondo chiaro della superficie dello stelo, più scuro verso l’apice e più chiaro vicino al centro. Il gambo del Boletus Aereus può raggiungere i 12 centimetri di altezza e può arrivare agli 8 centimetri di diametro nel punto più largo. La carne del gambo ha una consistenza dura dal colore bianco.

Boletus Aereus in cucina

boletus aereus in cucina

È considerato uno dei funghi dal sapore eccellente, uno dei più utilizzati e consumati in cucina. Grazie al suo sapore intenso e saporito, è usato come ingrediente nella stragrande maggioranza di ricette che richiedono i funghi come portata principale.

È il caso di una fresca insalata estiva o di un caldo e rilassante misto in padella. Il Boletus Aereus può essere consumato sia crudo che cotto ed è il protagonista assoluto di moltissime pietanze nostrane. Si può anche cucinare con un risotto o con le più classiche tagliatelle, ma anche come accompagnamento a un secondo. Noi consigliamo di provare il Boletus Aereus come piatto unico, da solo, magari arricchito da spezie che ne contrastano il suo sapore dolciastro.