Il pompelmo è un frutto “creato” dall’uomo. Non tutti sanno, infatti, che in natura non è sempre esistito, ma che è stato creato artificiosamente nel XVIII secolo come incrocio tra un pomelo e un’arancia. Dal colore che varia dal bianco al giallo, dal rosa al rosso, il pompelmo ha un sapore particolare, che può oscillare va dall’acidulo e amaro al dolce e zuccherino.

Il pompelmo è un frutto particolarmente noto e apprezzato per le sue caratteristiche. È infatti in grado di sostenere una pelle chiara e sana, può aiutare ad abbassare il rischio di molte malattie e di condizioni patologiche, e può anche aiutare a perdere peso come parte integrante di una dieta sana e varia. I succhi, le bucce e le polpe del pompelmo, forniscono tutti un beneficio nutrizionale piuttosto intenso significativo.

Benefici del pompelmo per la salute

Il pompelmo porta al nostro organismo una serie di benefici per la salute che sarebbe opportuno non sottovalutare. In particolar modo, si tratta di frutti a basso contenuto calorico, ma pieni di sostanze nutritive e un’eccellente fonte di vitamine A e C.

In particolare, uno studio della Harvard Medical School ha affermato recentemente che il pompelmo ha un indice glicemico di 25, suggerendo dunque che non influisce significativamente sui livelli di zucchero nel sangue e di insulina. Molti studi hanno inoltre suggerito che l’aumento del consumo di alimenti vegetali come il pompelmo riduce il rischio di obesità, di diabete, di malattie cardiache e di mortalità complessiva

Cerchiamo di saperne di più

Fa perdere peso?

Alcune persone sostengono che il pompelmo sarebbe un alimento miracoloso per promuovere una sostenibile perdita di peso. Tuttavia è anche vero questo che questa intuizione è stata più volte sfatata da studi recenti, che dimostrano – di contro – che il pompelmo mostra miglioramenti nella pressione sanguigna e nei livelli di lipidi.

Dunque, se il pompelmo non conduce a una perdita diretta di peso, è anche vero che può aiutare in maniera indiretta: la pressione sanguigna e i livelli di lipidi sono infatti collegati all’obesità e ulteriori studi potrebbero dimostrare benefici a lungo termine per il controllo del peso e la prevenzione dell’obesità.

Ridotto rischio di ictus

Secondo l’American Heart Association, mangiare maggiori quantità di flavonoidi può ridurre il rischio di ictus ischemico per le donne. I flavonoidi, composti che si trovano negli agrumi come arance e pompelmo, in particolare abbondanza, svolgerebbero un ruolo particolarmente importante in tal senso.

Si tenga conto che il rischio di ictus ischemico era del 19 per cento inferiore per coloro che hanno consumato le più alte quantità di agrumi rispetto alle donne che hanno consumato le quantità più basse.

Pressione sanguigna e salute del cuore

Benefici del pompelmo per la salute

La potente combinazione di fibre, potassio, licopene, vitamina C e colina nel pompelmo aiutano a mantenere un cuore sano. In uno studio, coloro che hanno consumato 4069 milligrammi (mg) di potassio al giorno hanno avuto un rischio di morte per cardiopatia ischemica inferiore del 49% rispetto a coloro che consumavano meno potassio.

Secondo il National Nutrient Database del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA), un pompelmo contiene in media 139 mg di potassio. Si tratta pertanto di un’opzione eccellente per aiutare ad aumentare l’assunzione giornaliera di potassio. Aumentare l’assunzione di potassio, a sua volta, è importante anche per abbassare la pressione sanguigna a causa dei suoi potenti effetti di vasodilatazione, che allarga le arterie e riduce la pressione arteriosa.

Lotta al cancro

Il pompelmo è una ricca fonte di antiossidanti, come la vitamina C. Queste sostanze possono aiutare a combattere la formazione di radicali liberi, che sono alla base di alcune malattie cancerogene. L’assunzione di licopene è stata collegata ad una diminuzione del rischio di cancro alla prostata in diversi studi di recente pubblicazione.

Favorisce la digestione

Il pompelmo, grazie al suo contenuto di acqua e di fibre, aiuta a prevenire la stitichezza e favorisce la regolarità per un sano tratto digestivo.

Migliora l’idratazione

Il pompelmo è composto per il 91% di acqua. Questo lo rende uno dei frutti più idratanti disponibili. Si tratta inoltre di un frutto ricco di elettroliti e un ottimo spuntino da avere a disposizione per prevenire la disidratazione.

Salute della pelle

Il pompelmo è notoriamente collegato al possesso di una pelle sana. Tuttavia, è comunque consigliato riporre molta cautela nelle persone che trascorrono molto tempo al sole.

La vitamina C antiossidante può infatti aiutare a combattere i danni alla pelle causati dal sole e dall’inquinamento, a ridurre le rughe e a migliorare la struttura generale della pelle quando viene consumata negli alimenti o applicata sulla pelle.

La vitamina C svolge altresì un ruolo vitale nella formazione del collagene, il principale sistema di sostegno della pelle. Un’idratazione regolare e la vitamina A sono fondamentali anche per una pelle sana, e il fatto che il pompelmo sia in grado di fornire entrambi questi elementi lo rende un alimento da tenere in debita considerazione per i propri fini di benessere.

Anche in questo caso, però, vale anche la pena di notare uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Oncology nel giugno 2015 suggerisce che l’assunzione di grandi quantità di succo di agrumi può condurre un individuo in una condizione di maggiore rischio di melanoma, ovvero della forma più mortale di cancro della pelle.

Ovviamente, sono necessarie ulteriori ricerche, ma il meccanismo associato a questo rischio è probabilmente dovuto al fatto che questo frutto è ricco di composti che si ritiene rendano la pelle più sensibile al sole. Tuttavia, nelle conclusioni dello studio, gli autori hanno dichiarato che in questo momento non ci sono certamente elementi per suggerire la riduzione del consumo di agrumi, ma solamente l’avvertenza di evitare l’esposizione prolungata al sole da parte di quelle persone che consumano molto pompelmo e/o succo d’arancia.

Prevenzione dell’asma

Il rischio di sviluppare l’asma è più basso nelle persone che consumano una quantità elevata di alcuni nutrienti. Uno di questi è proprio la vitamina C, che si trova nel pompelmo in abbondanti quantità.

Caratteristiche nutritive del pompelmo

Secondo l’USDA National Nutrient Database, una tazza di pompelmo rosa, rosso o bianco contiene:

  • 74 calorie
  • 0,23 grammi (g) di grasso;
  • 0 g di sodio;
  • 0 g di colesterolo;
  • 18,58 g di carboidrati;
  • 1,45 g di proteine.

In particolare, mangiare una tazza di spicchi di pompelmo al giorno fornirà il 132% del fabbisogno di vitamina C di un individuo, il 43% dell’apporto raccomandato di vitamina A, il 5% del fabbisogno di calcio e il 3% dell’apporto raccomandato di magnesio.

I pompelmi contengono anche discrete quantità di:

  • vitamina E;
  • tiamina;
  • riboflavina;
  • niacina;
  • folato;
  • acido pantotenico;
  • potassio;
  • fosforo;
  • manganese;
  • zincato;
  • rame.

I pompelmi forniscono anche potenti benefici antiossidanti, contenenti licopene, beta-carotene e composti vegetali attivi.

Il pompelmo fresco rosa o rosso contiene maggiori quantità di composti bioattivi e ha un potenziale antiossidante significativamente più elevato rispetto al pompelmo bianco o giallo. Contiene anche più vitamina A rispetto alle altre varietà.

Mangiare il pompelmo

Caratteristiche nutritive del pompelmo

Ci sono ottimi modi per assicurarsi che la giusta quantità di pompelmo sia presente in una dieta. In particolare, bene raccogliere i pompelmi al loro picco di maturazione, in quanto non maturano o migliorano in qualità dopo essere stati raccolti.

Conservate i pompelmi a temperatura ambiente, lontano dalla luce diretta del sole. Scegliete un pompelmo che è pesante tra le vostre mani per le sue dimensioni e ha un po’ di “morbidezza” quando viene spremuto.

Mentre a volte può essere difficile trovare frutta e verdura di alta qualità in inverno, è proprio questo il momento perfetto per comprare gli agrumi.

Detto ciò, una volta acquistato, il pompelmo potrà essere usato nella vostra cucina in tantissimi modi. Per esempio, potrete aggiungere alcune fette di pompelmo ad un’insalata a pranzo o a cena, oppure potete preparare una macedonia di frutta con fragole, ananas, pompelmo a fette, mandarino, arance e uva.

Potete altresì aggiungere qualche fetta di pompelmo alla vostra insalata a pranzo o a cena e completare il tutto con noci, formaggio sbriciolato e un leggero condimento balsamico o con vinaigrette agli agrumi. Mescolate il vostro succo di pompelmo per essere sicuri che non ci siano conservanti o dolcificanti aggiunti.

Rischi del consumo di pompelmo

Le persone dovrebbero evitare di mangiare pompelmo durante l’assunzione di alcuni farmaci, poiché riveste alcune capacità di legare gli enzimi.

Questo significa che il farmaco può passare dall’intestino al flusso sanguigno più velocemente del normale e, in molti casi, questi livelli più elevati del normale possono essere pericolosi. Statina, calcioantagonisti e psicofarmaci sono alcuni dei medicinali che interagiscono comunemente con il pompelmo.

Ancora, le persone con infezioni renali dovrebbero anche essere più caute quando si consuma questo frutto. Un eccesso di potassio può essere dannoso per le persone i cui reni non sono completamente funzionali e se i reni non sono in grado di rimuovere il potassio in eccesso dal sangue, potrebbero condurre il paziente in una condizione fatale.

Ulteriormente, i pazienti che soffrono di malattia da reflusso gastroesofageo possono sperimentare un aumento dei sintomi come bruciore di stomaco e rigurgito quando si consuma pompelmo, in quanto è altamente acido.

Revisione scientifica a cura della Dr.ssa Roberta Gammella. Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. E’ registrata all’Ordine Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e Provincia