Tiralatte manuale: pregi e difetti

Il tiralatte manuale é stato concepito per tutte quelle madri che allattano al seno per la maggior parte del loro tempo. Questo tipo di tiralatte é ottimo da portare con sé durante i viaggi o come complemento giornaliero all´allattamento al seno.

Come sono fatti

Come sono fatti

La maggior parte dei tiralate manuali in commercio sono discreti e leggeri con design elegante e confortevole, il montaggio é normalmente molto intuitivo e hanno una forma ergonimica molto gradevole.

Le madri che allattanto al seno possono pensare che questi dispositivi siano inutili, ma é sempre una buona idea averne uno a disposizione per necessitá improvvise.

Gli estrattori manuali non hanno bisogno di elettricitá né di batterie per mettersi in funzione e sono molto silenziosi. Il buon funzionamento di questi oggetti sorprende anche le madri meno convinte. Per quanto riguarda le dimensioni sono nella maggior parte dei casi molto piccoli e possono essere trasportati in borsa abbastanza facilmente.

Il design intuitivo e ergonomico rende l´utilizzo ancora piú semplice. Somo molto facili da lavare e smontare. La ventosa é stata concepita per poter girare attorno alla mammella della mamma in modo che la stessa possa ottenere sempre l´angolo migliore per estrarre il proprio latte senza dover rimanere con le braccia in posizioni innaturali per molto tempo.

Tecnologia innovativa per oggetti semplici e intuitivi

Alcuni di questi tiralatte hanno inoltre una tecnologia che simula la poppata del bebé, tirando e rilasciando aria in due fasi. Questo stimola la discesa naturale del latte. Quando il latte inizia a scendere si utilizza il lato piú corto del tiralatte che crea un ciclo di risucchio piú corto (somigliante a un neonato affammato), una volta che il latte é in fase di discesa si puo´utilizzare il lato lungo che invece simula una poppata piú lenta.

Come regolare la produzione di latte con un tiralatte

Molte neo mamme hanno il problema di avere una produzione di latte bassa. Il seno materno funziona secondo il principio di dare e avere: esistono quindi dua fasi: la prima é quella della produzione e la seconda é quella della fuoriuscita. Le due sono strettamente legate l´una all´altra ed é per questo che trovare il giusto equilibrio é molto importante. L´utilizzo di un tiralatte puó aumentare la produzione di latte materno in maniera molto efficace. Il tiralatte é inoltre molto utile anche nel caso contrario: quando cioé la produzione di latte é superiore al fabbisogno del neonato. Vediamo di seguito come.

Come utilizzare il tiralatte per ridurre la produzione di latte

La strategia corretta é quella di estrarre una piccola quantitá di latte prima di ogni poppata. In questa fase non si deve estrarre troppo latte, solo la quantitá sufficiente per avere la prima discesa di latte. In questo caso é consigliabile utilizzare il tiralatte in maniera lenta. Nel caso in cui si debba estrarre il latte per poppate successive é importante tirare il proprio latte solo per la vera necessitá del bambino. Nel caso in cui si abbia bisogno di piú latte ma si voglia ridurre la produzione la soluzione piú efficace é quella di tirarle il latte da entrambi i seni fino a svuotarli. Questa tecnica inizierá a dare risultati dopo le prime 24-48 ore.

Come utilizzare il tiralatte per aumentare la produzione di latte

L´estrazione frequente di latte stimola la produzione dello stesso. Questo tipo di estrazione ha l´obiettivo di rafforzare la produzione sostituendo una poppata normale con un alternativa concepita basicamente per svuotare il petto. In questo modo é possibile imitare poppate frequenti che inviteranno l´organismo a produrre piú latte.

È importante scegliere un´orario preciso di giorno o di notte per fare l´estrazione, questi sono le tempistiche consigliate da seguire durante l´estrazione:

  • tirare il latte per 20 minuti e successivo riposo di 10 minuti

  • tirare il latte per 10 minuti e riposo di 10 minuti

  • tirare il latte di nuovo per 10 minuti

Per il resto del giorno é bene seguire con poppate naturali. Questo ciclo puó esssre ripetuto da tre giorni consecutivi a sette giorni consecutivi dipendendo dalle proprie necessitá.

In ogni caso é importante chiedere consiglio al proprio medico di fiducia per regolare produzione e quantitá. Bisogna sempre ricordare che oggni mamma ha le sue precise esigenze e non esistono regole da seguire uguali per tutte.

Lascia un commento