Usare lo smartphone fa ingrassare, come e perché: tutti i dettagli

Usare lo smartphone fa ingrassare, lo spiega la scienza con uno studio che dimostra che c’è un momento della giornata in cui il dispositivo non deve essere usato

Usare lo smartphone fa ingrassare
smartphone (Foto di Jan Vašek da Pixabay)

Usare lo smartphone spesso e molte ore al giorno non fa bene al nostro corpo. Questa è cosa ormai risaluta e collaudata. Ma secondo uno studio, in un preciso momento della giornata, farebbe addirittura ingrassare.

Tutto dipende dalla luce blu emessa dai dispositivi intelligenti che, come già dimostrato, se usati prima di andare a letto impediscono di dormire con serenità. Ora emerge un nuovo e allarmante dettaglio. La luce blu è responsabile anche della forma fisica perché è in grado di farci ingrassare rispetto all’uso dello smartphone in un preciso momento della nostra giornata.

Lo hanno provato i ricercatori della Northwestern University di Chicago che hanno pubblicato il loro studio sulla rivista Plos One. Vediamo dunque quando lo smartphone è assolutamente da evitare.

Potrebbe interessarti anche: Mascherine Ffp2, le dritte per riconoscere quelle certificate

Usare lo smartphone fa ingrassare, ecco quando

Usare lo smartphone fa ingrassare
smartphone e tablet di sera (Foto di noelsch da Pixabay)

I ricercatori della Northwestern University di Chicago hanno studiato la luce blu emessa dagli smartphone ed i diversi effetti sul nostro organismo. Anzi, lo studio ha analizzato nello specifico la lunghezza d’onda tipica di questo tipo di luce. Essa, infatti, influenza molto il ritmo che scandisce lo svolgersi di un giorno solare per il nostro corpo andando a scompensarlo. Secondo lo studio, la luce blu portando degli scompensi farebbe ingrassare avendo degli effetti sull’insulina.

Potrebbe interessarti anche: Germi e batteri a casa, i luoghi insospettabili dove si annidano

Lo studio, infatti, ha osservato due gruppi di partecipanti. Uno che ha usato il cellulare con la sua luce blu per tre ore al mattino, prima di mezzogiorno e un altro la sera. I risultati parlano chiaro. Il secondo gruppo che ha usato lo smartphone la sera aveva dei livelli di insulina non nella norma, arrivando ad aumentare il livello di fame dei partecipanti.

Un effetto che si può riscontrare dopo solo un quarto d’ora dall’esposizione alla luce blu del dispositivo, continuando ad avere fare anche dopo aver mangiato. È così che l’effetto della luce blu che influisce sull’insulina fa sì che questa non riesce ad abbassare la glicemia e a metabolizzare il glucosio. Ecco che questi fattori messi insieme portano all’aumento del peso.

Di sera, dunque, è meglio non usare a lungo lo smartphone per lunghi periodi, meglio rilassarsi con la lettura di un bel libro o di un film in tv.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *