Dormire sul fianco fa male? Arriva la risposta del medico

Dormire sul fianco fa male? E’ una delle credenze popolari più diffuse, ma è vera o si tratta solo di un falso mito? Scopriamo come stanno le cose 

Dormire sul fianco fa male?
(Foto di Andrea Piacquadio da Pexels)

È di opinione comune pensare che dormire sul fianco, soprattutto quello sinistro, non sia salutare. Perché? Porterebbe ad una eccessiva pressione sul cuore che a lungo andare creerebbe rischi e problemi per la nostra salute.

Ma quante sono le persone che riescono a prendere sonno solo se si stendono sul fianco? Tante, tantissime. Quando si dorme poggiati su un fianco il cuore si ritrova ad essere attaccato alla parete del torace. Questo ci fa percepire, in modo più accentuato e insolito, i battiti cardiaci che di norma non riusciamo a sentire. Qualcosa di troppo insolito? Nient’affatto, è solo l’effetto della posizione. Una considerazione che chi è troppo ansioso dovrebbe tenere bene a mente senza crearsi delle apprensioni inutili.

Dormire sul fianco non fa assolutamente male al cuore e né crea complicazioni alla sua attività. A spiegarlo è il medico.

Potrebbe interessarti anche: Troppo grassa per fare la commessa, rinuncia al lavoro dopo i commenti

Dormire sul fianco fa male? Ecco la spiegazione

Dormire sul fianco fa male?
(Foto di Ketut Subiyanto da Pexels)

Ci ha pensato il cardiologo-rianimatore German Gandelman a spiegare che dormire sul fianco non fa affatto male. Lo ha fatto in una intervista alla “Rossiskoya gazeta” spiegando che pensare che mettersi di lato a letto influisca negativamente sulla salute del cuore è solo una falsa credenza.

“Ci si può sdraiare nel modo in cui si è più abituati” ha puntualizzato il medico in quanto il cuore è protetto dalla cassa toracica, che ha paragonato ad una rigida scatola di protezione.

Potrebbe interessarti anche:  Coronavirus, il rischio di contagio al supermercato è molto basso

L’unica posizione che influirebbe in modo negativo sulla nostra salute, sarebbe invece quella di dormire a pancia in giù. Lo ha spiegato la neurologa Evgenia Sokova che nelle sue osservazioni ha notato che poggiando la testa da un lato durante tutta la notte, si crea una cattiva influenza sulle arterie del cervello e sulle vene del collo.

In questo modo la pressione intra-addominale aumenta e si può creare al corpo del gonfiore che in un primo momento sembra inspiegabile. Ecco smentito così un falso mito di quelli che preoccupano molti che tendono a dormire di lato e aver capito che tra tutte le posizione del sonno la più “pericolosa” è quella a pancia in giù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *