Spazzolino, meglio quello elettrico o manuale? I pro ed i contro

Spazzolino elettrico o manuale? È un quesito che attanaglia in molti. Cerchiamo di far chiarezza con gli studi di Consumer Reports

spazzolino elettrico o manuale
(Foto di George Becker da Pexels)

Lavare i denti è una di quelle azioni quotidiane importantissime per la nostra salute. Sia i denti che le gengive per mantenersi in salute hanno bisogno di cura continua. Il consiglio sarebbe quello di lavarli almeno tre volte al giorno dopo i pasti principali, ma per chi è fuori per lavoro anche due volte al giorno sono sufficienti.

Lo spazzolino è il nostro alleato numero uno nell’igiene orale quotidiane, ma quale scegliere? Quello elettrico o il classico manuale? A provare a dare una risposta ci ha pensato Consumer Reports, l’organizzazione statunitense che tutela i diritti dei consumatori che per il suo studio ha fatto testare ad un gruppo di volontari ben otto spazzolini elettrici diversi.

Due minuti il tempo minimo da dedicare al lavaggio dei denti per una pulizia efficace. Una buona pratica che in pochi seguono secondo la ricerca di Consumer Reports che ha spiegato come la maggior parte delle persone impiega meno della metà del tempo consigliato per lavare i denti. Anche in questo può influire la scelta del tipo di spazzolino. Vediamo quali sono i pro ed i contro dei due modelli.

Potrebbe interessarti anche:  Meglio il bagno o la doccia per il corpo? Scopri i vantaggi e gli svantaggi

Spazzolino, elettrico o manuale? Le risposte

spazzolino elettrico o manuale
(Foto di andreas160578 da Pixabay )

I nuovi modelli di spazzolini elettronici hanno un timer interno che garantisce che lo spazzolamento non si fermi prima dei due minuti consigliati. Opzione molto a favore del moderno spazzolino che in alcuni casi, grazie alla connessione Bluetooth, tramite lo smartphone, permette anche di personalizzare la durata del lavaggio dei denti, aumentandola anche di più di due minuti.

Una mossa astuta penseranno alcuni, non molto puntualizzano gli esperti. L’eccessivo spazzolamento, infatti, rischia di rovinare lo smalto dei denti e le gengive. Ecco perché eccedere non è mai proficuo. Ma anche in questo caso alcuni modelli di spazzolino elettronico sono dotati di sensore che blocca le setole se la pressione è eccessiva.

Potrebbe interessarti anche: Le conseguenze della gravidanza sui denti: ecco quali sono e come comportarsi

Secondo Consumer Reports, alcuni studi fatti dimostrano che gli spazzolini elettrici sarebbero leggermente più efficaci per la pulizia dei denti, soprattutto per la migliore rimozione della placca ma si deve stare attenti al tessuto al di sotto dello smalto dentale che può consumarsi più velocemente.

Questo non significa che lo spazzolino elettrico sia migliore di quello manuale. L’ultima parola è da dare sempre al dentista. Se anche con quello manuale i risultati sono buoni si può continuare come si è sempre fatto. Ognuno deve usare quello che sente più adeguato alle proprie esigenze.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *