Quarantena anche per i vaccinati se stanno a contatto con un positivo

Anche i già vaccinati devono mettersi in quarantena se vengono a stretto contatto con casi positivi: sono le misure precauzionali richieste dall’Iss.

vaccino covid
(Foto Pixabay)

L’Istituto Superiore di Sanità ha richiesto come misura precauzionale contro la diffusione del virus che anche chi ha già ricevuto una o entrambe le dosi di vaccino sia sottoposto a quarantena in caso di contatto stretto con un caso positivo. La decisione, che può sembrare ingiusta, è in realtà stata motivata dall’Iss che richiede cautela per non rendere vani gli sforzi fatti finora. Ecco quali sono le motivazioni che hanno spinto l’Istituto a richiedere la quarantena anche per i già vaccinati.

Le misure precauzionali per i vaccinati

Anche a chi è stato già vaccinato è richiesto il rispetto delle misure preventive per ridurre il contagio come il distanziamento dalle altre persone, igienizzare spesso le mani e l’uso di mascherine fuori casa.

vaccino covid
(Foto Pixabay)

La richiesta dell’Iss che però sta causando più malcontento è la quarantena precauzionale per i vaccinati che sono entrati in contatto con casi positivi. Ma come mai servono queste misure?

Potrebbe interessarti anche: Post vaccino Covid-19, cosa si può fare e cosa no

Perché i vaccinati devono rispettare la quarantena

Mentre non è in discussione l’efficacia dei vaccini nel ridurre la severità della malattia è ancora sotto osservazione un dato legato alle infezioni e ai contagi. Fortunatamente i vaccini sviluppati sono risultati validi anche contro le varianti che si sono sviluppate durante l’inverno ma è richiesta comunque cautela.

mascherina
(Foto Pixabay)

Gli esperti stanno ancora esaminando se e in quale quantità il virus può essere trasmesso da chi è già vaccinato. Queste persone che sono immuni agli effetti più gravi causati dalla malattia potrebbero però essere contagiati trasmettendo il virus a chi invece non ha ancora avuto il vaccino.

Questo vuol dire che mentre la protezione del vaccino da una malattia grave che può portare alla morta è assicurata è invece ancora in esame se l’infezione in modo asintomatico sia possibile. Per sapere se hai già avuto il Covid da asintomatico controlla questi sintomi inusuali che indicherebbero una risposta positiva.

Anche se durante le fasi più critiche della pandemia è stato osservato che gli asintomatici hanno una capacità minore di trasmettere il Coronavirus è necessario che anche i vaccinati rispettino le misure precauzionali tra le quali la quarantena.

Potrebbe interessarti anche: Vaccino anti-covid in gravidanza sì o no? Cosa sostiene la sanità americana

Cosa fare in caso di contatto con un positivo

La quarantena può quindi non essere necessaria per la salute del vaccinato ma bensì per salvaguardare quella altrui. La procedura in caso di contatto stretto con caso positivo è la stessa per chi è già vaccinato e chi ancora non lo è. Sarà necessaria una quarantena di dieci giorni seguita da tampone che deve risultare negativo.

Elena Oldani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *