Marmellata light di melone: una deliziosa conserva leggera da spalmare

Marmellata light di melone la conserva leggera e gustosa, a tua disposizione per tutto l’anno. Vediamo come realizzarla e quali gli ingredienti.

marmellata di melone
(Foto Pixabay)

La marmellata light di melone è il modo migliore per farcire le tue torte, i tuoi dolcetti e le tue crostate lasciandole delicate e contemporaneamente squisite.

Non solo, questa conserva la puoi utilizzare anche per iniziare bene la tua giornata e ripartire alla grande con una colazione nutriente ma che non appesantisce.

Vediamo quali gli ingredienti essenziali e come realizzare questa delicata ma squisita marmellata light di melone per tutta la famiglia.

Marmellata light di melone

La marmellata light di melone, pur essendo deliziosa e dolce, prevede la sostituzione dello zucchero, scopriamo con cosa.

melone
(Foto Pixabay)

Qualsiasi sia il gusto di marmellata da preparare, si rende necessaria l’aggiunta di una o più mele tagliate a pezzettini.

Le mele rilasceranno pectina naturale che permetterà alla marmellata di aver un gusto naturalmente dolce.

Prima di procedere con dosi e procedimento della nostra marmellata light di melone, è fondamentale sottolineare che i barattolini che dovranno contenere la marmellata light, dovranno obbligatoriamente essere sterilizzati.

In che modo si sterilizzano i barattolini o vasetti che siano? Innanzitutto i barattoli/ vasetti e i loro coperchi devono essere prima ben puliti, lavati ed asciugati per poi essere sterilizzati.

Solo dopo andranno disposti in una ciotola abbastanza spaziosa, contente acqua bollente fino a coprirli. Quando l’acqua si sarà raffreddata potranno essere estratti dalla pentola.

Ingredienti per la marmellata light di melone:

  • 1 kg di melone ben maturo biologico
  • 1 o 2 mele biologiche

Preparazione

Aprite il melone, privatelo dei semini e tagliatelo prima a fette e poi a cubetti il melone.

Adagiare i pezzetti ottenuti in una pentola dal fondo spesso e aggiungere anche la mela sempre tagliata a pezzi.

Iniziare a cuocere a fuoco bassissimo mescolando molto spesso. Quando la frutta si sarà ammorbidita, grazie ad un frullatore ad immersione si potranno eliminare i grumi rimanenti.

Riportare sul fuoco e continuare a cuocere fin quando la confettura non raggiungerà la consistenza che preferite.

Terminata la cottura, potranno essere riempiti i barattoli lasciando vuoto almeno un centimetro dal bordo. Richiudere i barattoli con i loro coperchi e rimettere in pentola per poter procedere con la pastorizzazione.

Potrebbe interessarti anche: Marmellata di cachi, come sfruttare i benefici di questo frutto

Le proprietà del melone

Il melone un po’ come tutta la frutta è ricco di proprietà ed essendo un frutto dell’estate è proprio durante la bella stagione che favorisce l’abbronzatura, stimolando la produzione di melanina e proteggendo la cute dalle radiazioni solari.

Il melone essendo dotato di proprietà lenitive è anche indicato per trattare bruciature e scottature. Inoltre è ottimo perché depurativo, diuretico e rinfrescante.

Come scegliere il melone maturo al punto giusto? Si consiglia di scegliere sempre il più pesante e profumato.

Scelto il melone che più vi piace, una volta portato a casa, rimuovere eventuali tracce di terriccio, lavandolo accuratamente.

Infine, per poterlo tagliarlo in fettine, eliminare le estremità con un coltello affilato, in modo tale da risultare più semplice il taglio.

Raffaella Lauretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *