Caffè in capsule, uno studio conferma: “Nocivo per la salute”, il motivo

Alcuni ricercatori mettono in guardia dall’utilizzo del caffè in capsule. Le loro osservazioni portano all’emergere di situazioni negative in determinate condizioni.

Caffè in capsule le controindicazioni
Caffè in capsule le controindicazioni Foto dal web

Caffè in capsule, ci sono alcuni studi che mettono in risalto gli aspetti negativi che possono fare da conseguenza a quella che è un uso non equilibrato delle stesse. Come ogni cosa che ha a che fare con l’ambito dell’alimentazione e di ciò che ingeriamo, anche il caffè in capsule può avere dei risvolti nocivi che fanno da contraltare a quelli positivi.

In molti prediligono il caffè in capsule perché è facilmente reperibile sul mercato in diversi canali ed anche a prezzi vantaggiosi, se si sa cercare. Inoltre la sua preparazione è praticamente immediata e risulta preziosa se si ha poco tempo a disposizione o tante persone alle quali dover preparare un caffè.

Esistono però delle controindicazioni. Esagerare con i caffè ogni giorno e protrarre questa abitudine errata nel tempo può dare adito ad una sostanza chimica presente nel prodotto ed utilizzata durante i processi industriali di fabbricazione dello stesso ad alterare gli ormoni del nostro organismo.

Potrebbe interessarti anche: Uomini e Donne, è subito scontro feroce tra Gemma e Tina

Caffè in capsule, l’aspetto nocivo emerso da uno studio

Si tratta di interferenti endocrini, che dalla plastica delle capsule migrano direttamente nella miscela di caffè. Lo hanno evidenziato gli accademici della facoltà di Nutrizione ed Ingegneria della Università del Connecticut, negli Stati Uniti.

Potrebbe interessarti anche: Bambina morta, il dramma mentre mangia uno yogurt: aveva un anno

Il loro studio ha trovato pubblicazione sulla rivista specializzata di settore Current Research in Toxicology. In base a quanto osservato, tali intercettori possono replicare il comportamento degli estrogeni ed alterare i processi biologici tipici dell’apparato endocrino.

Il fenomeno di migrazione dalla plastica al caffè sembra avvenire per mezzo delle alte temperature raggiunte all’interno della macchinetta, in fase di preparazione della capsula. In molti ritengono le cialde più sicure ed anche meno impattanti per l’ambiente, per quanto riguarda il successivo momento dello smaltimento. I

Potrebbe interessarti anche: Pomeriggio 5, Barbara D’Urso annuncia le novità: “Sarà rivoluzione”

Infine, per preservare la salute, gli esperti consigliano di non consumare più di due o tre caffè al giorno, meglio se assunti senza l’aggiunta di zucchero. Questo a prescindere dalle modalità di preparazione.

Foto dal web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *