Cucina da single: come cucinare solo per te stesso in modo facile

Anche se non sembra, non è facile cucinare solo per te stesso: vuoi per mancanza di tempo o di capacità pratiche. Vediamo come farlo.

cucinare solo per te stesso
(Foto Unsplash)

Se siamo soli in casa, evitiamo di mangiare sempre al takeway o al ristorante: cuciniamo anche se solo per noi. Se non sappiamo come organizzarci, vi aiutiamo noi.

Come preparare da mangiare per uno

Per prima cosa, impariamo come organizzarci per cucinare i nostri pasti anche se per una sola persona.

cucinare solo per te stesso
(Foto Unsplash)

Innanzitutto, dobbiamo trovare la motivazione giusta. Chi è single spesso non inizia nemmeno a cucinare, visto che non c’è nessuno per cui farlo.

Ma cucinare in casa ci aiuterà non solo a mangiare cibo più sano rispetto al semplice cibo da asporto, ma anche a risparmiare un po’.

Con un po’ di impegno, sarà facile imparare a cucinare i piatti che più ci piacciono.

Pianificare in anticipo cosa preparare è fondamentale, sia per evitare di sprecare troppo tempo durante gli acquisti, ma anche per controllare (avendo con sé una lista) cosa serve effettivamente mentre siamo al supermercato).

Potrebbe interessarti anche: App antispreco: come migliorare il mondo in un click

Sperimentiamo anche con nuove ricette. Appuntiamoci le ricette che ci sono venute meglio, in modo da sapere che sappiamo come cucinare quei piatti. Usiamo anche gli avanzi, eventualmente, ma solo per un pasto o due o sarà un modo per evitare di cucinare.

Cosa cucinare per mangiare da soli

Ogni giorno, cuciniamo un solo pasto e che sia quello principale, e scegliamo dei piatti che siano più semplici per gli altri pasti.

cucinare solo per te stesso
(Foto Unsplash)

A colazione, possiamo scegliere frutta, yogurt, uova, avena, pane tostato, ecc. Per pranzo o cena, in base a quale pasto sarà il più semplice, mangiamo un panino, o una zuppa, o un’insalata, riso, verdure, contorni, ecc.

La nostra dispensa deve essere sempre ben fornita, avendo sempre a disposizione cibi e alimenti base che non vadano a male in poco tempo. Quando finisce qualcosa, annotiamolo in una lista per la prossima volta che andremo a fare la spesa.

La spesa: il primo passo per le nostre ricette

Se possibile, compriamo il cibo in confezioni più piccole. Certo, non è sempre possibile, ma almeno facciamolo per cibi che scadono prima.

ritiro alimentare lidl
(Foto Unsplash)

I cibi in scatola di solito hanno scadenze molto lunghe, mentre riso, farina, e simili alimenti vanno conservati all’asciutto ed in un luogo fresco per mantenerli più a lungo.

Scegliamo frutta e verdura fresca e prodotti che ci facciano creare qualcosa. Ad esempio, non compriamo gli hamburger già pronti, ma la carne macinata e sperimentiamo un po’.

Potrebbe interessarti anche: Frutta e verdura fuori stagione fanno bene? Gli scienziati dicono di sì

Le confezioni più grandi, di solito, costano di meno rispetto a quelle più piccole in proporzione. Ad esempio, potrebbe essere più conveniente comprare una confezione di latte da un litro piuttosto che due da mezzo litro. Cerchiamo di capire quando scegliere il risparmio o evitare gli sprechi.

Congeliamo gli alimenti in porzioni già pronte, sia se dobbiamo usarli sia per preparare altre ricette o se li prepariamo e li useremo così già pronti.

F. B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *